Salernitana-Napoli vietata ai tifosi:
ADL non deve restare in silenzio

Lunedì 25 Ottobre 2021 di Francesco De Luca
Salernitana-Napoli vietata ai tifosi: ADL non deve restare in silenzio

Dopo Roma, Salerno. Il Viminale ha bloccato anche la trasferta all'Arechi di domenica 31 ottobre ai tifosi azzurri di Napoli e in provincia, ritenendole ad alto rischio dopo le indicazioni del Casms, il Comitato di analisi delle manifestazioni sportive. Le decisioni dell'Osservatorio, diretto dal questore Massimo Zanni, vanno accettate. Peraltro, il dottor Zanni conosce bene la passione del tifo essendo uno dei primissimi sostenitori del Cerveteri, la squadra della sua città. Nei precenti derby di Roma e Salerno vi sono stati problemi di ordine pubblico, certo. Ma i tifosi perbene del Napoli non meritano questa penalizzazione ed è il caso che il club di De Laurentiis non resti in silenzio e che anzi si attivi affinché i napoletani nati a Napoli e in provincia possano partecipare alle prossime trasferte, delle quali due al Meazza contro Inter e Milan, le partite più importanti del girone d'andata. 

All'Olimpico si sono fatti sentire i tifosi delle altre regioni ed è probabile la loro presenza anche all'Arechi, dove l'ultima domenica di ottobre potrebbe essere l'occasione per mettere da parte le tensioni che hanno contraddistinto i rapporti tra le due tifoserie e anche tra i due club: a Salerno si ricorda che quella di De Laurentiis fu una delle poche società a non inviare un messaggio di auguri dopo la promozione in serie A del 10 maggio scorso. Per un anno e mezzo i tifosi sono stati fuori dagli stadi adesso a causa della pandemia, adesso l'apertura degli impianti è aurorizzata fino al 75 per cento e presto arriverà fino al 100 per cento. Il Paese si è rimesso in marcia e nel Paese che viaggia ci sono anche le trasferte dei tifosi: sarebbe un ulteriore segnale di normalità. 

 

Ps: all'Olimpico, oltre ai cori d'ingratitudine nei confronti di Spalletti, si sono ascoltati altri vergognosi insulti contro Napoli e i napoletani. Questo è un tema serio e non basta più la solita multarella.

Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre, 07:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche