Sampdoria-Napoli, è delirio social:
«Fiutare veleno? Bastava il mister»

Venerdì 24 Settembre 2021 di Delia Paciello
Sampdoria-Napoli, è delirio social: «Fiutare veleno? Bastava il mister»

«Lavali col fuoco, e noi intanto vi laviamo a pallonate», commentano fieri i napoletani dopo quattro super gol rifilati alla Sampdoria, fin dentro casa loro. La stessa Samp che qualche gara fa aveva fermato «l’inarrestabile» Inter con un bel pareggio. Così, nonostante per i professori del calcio non sia assolutamente fra le squadre favorite per lo scudetto, il Napoli di fatto ha strappato in Serie A la quinta vittoria di fila lasciando dietro tutte le vere pretendenti per il titolo. E per quanto sia estremamente presto poter fare previsioni veritiere, ad oggi per i tifosi azzurri la classifica resta un grande motivo di orgoglio: «Anche a Che tempo che fa prendono in giro la Juve, a -10»; «Vedo che milanisti e interisti stanno prendendo proprio bene le nostre vittorie, in fondo abbiamo vinto solo con una Juve decimata»; «Me state facenn’ fa cose e’pazzi ogn volta che guardo la classifica», sono alcuni dei commenti che si aggirano per il web. 

 

La bellezza di un gioco fatto di precisione, intesa, e anche un po’ di magia, quella cosa inspiegabile che avvolge al momento gli azzurri e che gli dona fiducia e consapevolezza, sta facendo sognare la città. E quando gli avversari ostacolano e rendono difficile fare gioco, ci sono le capacità dei singoli a fare la differenza. Come al primo gol di Osimhen: proprio mentre i blucerchiati provavano a chiudere ogni spazio il bomber nigeriano è riuscito a farsi largo con una sua prodezza fino ad arrivare in rete. E non contento, da ormai consolidato goleador, ha voluto ripetersi facendo doppietta nella ripresa. «Sei un grande Victor, resta qui per sempre», scongiurano i napoletani.

In aggiunta forse il miglior Fabian Ruiz di tutti i tempi è riuscito a insaccare anche lui con un gran tiro, per dare ancora più forza ai suoi dopo il primo gol, consolidando il vantaggio. Dulcis in fundo anche un grande Zielinski si è fatto trovare pronto a bucare la rete. Senza tuttavia dimenticare l’enorme supporto di un super Anguissa, già ribattezzato l’anguilla per la sua capacità di dileguarsi velocemente fra gli avversari. Colui che legge le carenza della squadra e le colma col suo grande sacrificio in campo. «È davvero lui l’uomo in più di questo Napoli», non possono fare a meno di notare i tifosi. E anche sul capitano solo parole positive, specie dopo l’assist e l’intesa nel gol che ha aperto la gara: «A proposito del rinnovo di Insigne,  se continua così sarebbe giustificato qualsiasi stipendio», scrive qualcuno. 

 

E fra il grande entusiasmo che avvolge la città, Spalletti prova a mantenere tutti coi piedi per terra. Sicuramente c’è ancora tanta, tantissima strada da fare. Ma la nota positiva che fa ben sperare i napoletani riguarda la mentalità acquisita dal gruppo, che stavolta sembra essere davvero quella giusta. Proprio questo forse ha conquistato i tifosi. E sono in tanti a dire grazie al mister, e anche a scherzarci su: «Siamo stati due stagioni a fiutare il veleno quando bastava solo cambiare allenatore», è la voce ironica del popolo azzurro.

Ultimo aggiornamento: 11:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA