Sassuolo-Napoli, Spalletti avanti
con gli stessi undici di domenica

Mercoledì 1 Dicembre 2021 di Roberto Ventre
Sassuolo-Napoli, Spalletti avanti con gli stessi undici di domenica

Il Napoli dopo la vittoria schiacciante sulla Lazio e lo scatto in testa alla classifica è atteso stasera ad un altro esame non semplice contro il Sassuolo di Dionisi, reduce dal colpo al Meazza per 3-1 su Milan. Un altro successo per gli azzurri sarebbe fondamentale per tenere a distanza il Milan e l'Inter, impegnati rispettivamente in trasferta con il Genoa e in casa con lo Spezia.

Partita non semplice per la forza offensiva del Sassuolo e la sua grande qualità nel possesso palla per l'abilità tecnica dei centrocampisti e delle punte, una manovra che ruota intorno alla stella Berardi. Il Napoli proprio domenica scorsa contro la Lazio ha sfoderato la sua migliore prestazione mostrando una grande qualità del palleggio: Spalletti è orientato a riconfermare per intero la formazione schierata contro i biancocelesti di Sarri (solo una volta il tecnico azzurro ha riproposto per due partite consecutive la stessa squadra contro Torino e Roma). Partita dura contro un avversario ostico e su un campo, il Mapei Stadium, che negli ultimi anni ha riservato diverse amarezze (compresa l'anno scorso la sconfitta nella finale di Supercoppa contro la Juventus) con l'unico successo (2-1) firmato dal Napoli di Gattuso all'ultimo minuto il 22 dicembre 2019. 

Tante risposte positive per il Napoli nell'ultimo match di campionato a cominciare da Mertens che dopo la splendida doppietta contro la Lazio verrà riproposto da centravanti al posto dell'infortunato Osimhen, in appoggio al belga ci saranno ancora Lozano, Zielinski e Insigne (tornano tra i convocati e vanno in panchina i due esterni di attacco Politano, guarito da Covid 19, e Ounas ristabilitosi dall'infortunio muscolare; assente invece il difensore Manolas per una gastroenterite). Confermata anche la coppia di centrocampo composta da Fabian Ruiz e Lobotka: precisione dei passaggi, palloni recuperati, capacità d'impostare e difendere, un'intesa perfetta. Lo slovacco è stato tra i migliori in campo in assoluto, lo spagnolo oltre ad illuminare la manovra ha segnato il quarto gol del Napoli, una rete bellissima, la quarta del campionato, un'altra esecuzione perfetta da fuori area di Fabian, sempre più specialista in questo tipo di conclusioni in porta. In porta Ospina, difesa a quattro con i terzini Di Lorenzo e Mario Rui, anche loro straordinari protagonisti contro la Lazio, e la coppia centrale formata da Rrahmani e Koulibaly.

Il difensore senegalese, che aveva subito insulti razzisti al Franchi al termine di Fiorentina-Napoli, in un video messaggio, in occasione ieri delle celebrazioni per la Festa della Toscana, è tornato a parlare della sua lotta al razzismo. «Dopo gli episodi di Fiorentina-Napoli mi sono molto documentato sulla Toscana e ho saputo che è una grande regione di cultura, di arte e per questo io non pretendo nessuna scusa da parte dei toscani e dei fiorentini perché ho avuto tanta solidarietà da parte loro e del club viola. Per questo li voglio ringraziare e dobbiamo ripartire da questo. Il razzismo è ancora diffuso nella società, sono dispiaciuto per questo: dobbiamo andare avanti e combatterlo». 

Dionisi, il tecnico del Sassuolo, elogia Spalletti. «Non vedo l'ora di conoscerlo, non ne ho mai avuto la possibilità e ne ho sentito parlare tantissimo: lo apprezzo e lo ammiro per la grande personalità oltre che per i risultati che ha ottenuto e che sta ottenendo. In più come lui ho avuto la fortuna di passare da Empoli e come lui sono toscano: mi farà piacere stringerli la mano e poi dopo fortunatamente giocano le squadre e i calciatori», ha detto nella conferenza stampa di vigilia elogiando poi anche il Napoli. «Non lo devo spiegare, ha giocatori importanti. Senza Osimhen, c'è Mertens che ha trovato continuità e sta ricoprendo un ruolo che aveva già fatto a Napoli. Hanno caratteristiche diverse, il Napoli giocava bene prima e gioca bene ora». 

Ultimo aggiornamento: 23:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA