Verdi, l'agente lancia la bomba: «E se avesse già firmato col Napoli per giugno?»

Domenica 21 Gennaio 2018 di Delia Paciello
 A volte le cose non sono come sembrano. E nel calciomercato, si sa, gli intrighi, le trattative e gli accordi segreti sono all’ordine del giorno. Così dietro quel no misterioso, inspiegabile, di Simone Verdi​, ci potrebbe essere ben altro: la voce arriva proprio dalla Branchini Associati Spa, la società che ha la procura del calciatore rossobu.

Quel rifiuto aveva spezzato il cuore dei tifosi azzurri. Un matrimonio sfumato, lo sposo non si presenta all’altare: le fedi nuziali ad attenderlo, il parroco, i testimoni, e i tanti invitati pronti alla festa. Ma Verdi dice no mandando in fumo tutti i preparativi, i sogni. Un duro colpo da mandar giù, i napoletani feriti si sono scatenati. Un inseguimento durato diverse settimane, poi l’incredibile esito quando tra il club di Aurelio De Laurentiis e la società emiliana c’era già un accordo di massima che avrebbe previsto il versamento nelle casse bolognesi di oltre 20 milioni di euro più bonus.

Forse però Simone ha solo deciso di rimandare la festa; forse la firma su quel contratto in realtà l’ha messa, il sì è arrivato. Ma la vita insieme comincerà a giugno. È questa la bomba lanciata da Giovanni Bianchini, che insieme a Donato Orgnoni cura gli interessi dell’attaccante del Bologna: «Chi vi dice che Verdi non abbia già firmato con il Napoli per il prossimo mese di giugno?». Parole inaspettate, ormai la sentenza dei tifosi era stata emanata. Una luce che però si accende, aprendo un grande dubbio e tanti altri piccoli interrogativi: perché rimandare? Perché lasciare nell’incertezza un pubblico che non vedeva l’ora di abbracciarlo? De Laurentiis avrebbe poi accettato il suo rinvio?

Ma Branchini prosegue ai microfoni di radio Deejay: «Simone ha preferito proseguire la stagione al Bologna, ritenendo più proficuo non optare per un cambiamento a gennaio, prima di approdare in un grande club». Forse non era pronto per il trasferimento immediato, per la grande piazza azzurra che insegue un sogno ormai sempre più vicino. Ma il carattere è importante: Napoli non è fatta per le indecisioni, chiede coraggio e sa ricambiarlo con quel calore unico che solo i napoletani sanno regalare. E allora, caro Verdi, i tifosi azzurri staranno a guardare: magari il finale di stagione farà dimenticare a tutti le titubanze, il rinvio. Ma il tuo nome mancherà nella storia di questo Napoli in una stagione che, che finisca come finisca, avrà comunque regalato emozioni uniche, record e sogni; sensazioni che vanno oltre le parole, che solo chi prova sulla propria pelle può capire.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA