La Nasa chiama un asteroide come la terra ariana dei nazisti: poi cambia idea e ripiega sui nativi americani

Venerdì 15 Novembre 2019 di Giampiero Valenza
L'asteroide Arrokoth
La Nasa fa marcia indietro e cambia il nome a uno degli asteroidi più lontani mai visitati. Lo aveva chiamato "Ultima Thule", un leggendario luogo ai confini della Terra che la Società Thule (un'organizzazione razzista e sionista dei primi del Novecento, la cui eredità ideologica è stata poi raccolta dal Partito nazionalsocialista dei lavoratori di Adolf Hitler) identificò come luogo d'origine della razza ariana.

L'agenzia spaziale statunitense ha così pensato di cambiare nome all'asteroide chiamandolo Arrokoth, una parola che secondo la lingua della tribù indiana dei Powhatan significa "cielo". 

Arrokoth è una roccia ghiacciata con un'estensione massima di 30 km, che orbita nella gelida cintura di Kuiper, a più di un miliardo e seicentomila chilometri da Plutone. Era stata notata nel 2014 dal telescopio spaziale Hubble e poi è stata avvicinata a gennaio di quest'anno dalla sonda New Horizon. Le immagini arrivate sulla Terra hanno ritratto Arrokoth con la forma di due sfere attaccate insieme, quasi a comporre la forma di un pupazzo di neve.

Il suo nome tecnico è 2014 MU69, ma era stato scelto il nome "Ultima Thule" per indicare una terra ai confini del mondo conosciuto. Un nome, questo, particolarmente noto tra gli ambienti di estrema destra.
 
Ultimo aggiornamento: 11:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA