Ufo, nuovo video confermato dal Pentagono: disco volante segue nave da guerra Usa e poi si inabissa

Sabato 15 Maggio 2021
La USS Omaha attraccata a San Diego

Gli Ufo sono - di nuovo - tra noi. Ancora un video "certificato"  di un “incontro ravvicinato” durante una esercitazione militare della Marina americana, al largo di San Diego. Il video, fatto circolare da Jeremy Corbell, un ricercatore di fenomeni del genere e documentarista, mostra un oggetto sferico che segue da vicino una nave da guerra, la Uss Omaha.

Ufo, ecco il video autenticato dal Pentagono: oggetti volanti al largo della California

Si tratta del secondo video che riguarda i fatti apparentemente inspiegabili occorsi durante le esercitazioni del luglio 2019, e che sarebbero stati registrati - conferma il Pentagono - dai marinai a bordo.  Nelle immagini si vede un piccolo oggetto rotondo, che vola sopra l’oceano, e che dopo alcune evoluzioni si inabissa improvvisamente. “Guarda, si avvicina - dice una voce mentre il video viene registrato - ora si è inabissato!”. Video che seguono quelli ugualmente impressionanti girati da piloti di caccia americani che il Pentagono è stato infine costretto a "certificare" come autentici aprendo un nuovo capitolo nello studio degli Uap (Fenomeni aerei non identificati), il nuovo e poco affascinante acronimo che dovrebbe sostiture (ma non accadrà) il caro e vecchio e infallibile Ufo. 

 

Luis “Lue” Elizondo, un ex ufficiale dei serivizi del Pentagono, che utilizza le sue credenziali per studiare i documenti del Pentagono sugli oggetti volanti non identificati, ha detto al New York Post che gli Ufo sono in grado di viaggiare indistintamente nello spazio, nei cieli e anche di navigare sott’acqua. 

Elizondo è stato direttore del Programma per l'identificazione di minacce spaziali che il Pentagono ha affidato dal 2007 al 2011 a Bigelow Aerospace e che poi venne chiuso. Almeno ufficialmente.

«E invece - ha detto Elizondo -  va avanti da allora con gli stessi criteri militaristici che mi spinsero a uscirne. Questo tema, invece, non può restare senza trasparenza e di competenza solo della Difesa, comunque imbrigliato in uno scetticismo del tutto riluttante ad aprirsi. Ma vi sembra possibile che negli Usa si mandino al patibolo persone sulla base di due testimonianze, mentre non vengono creduti, in fatto di Uap (Fenomeni aerei non identificati), persino addestrati piloti? Studiare questa fenomeni, senza volere carpire tecnologie che ancora non conosciamo per usi bellici, ci permetterà probabilmente di cambiare l'attuale metrica della fisica in fatto di spazio e tempo. E guardate che basta guardare i risultati dell'Lhc al Cern di Ginevra, dove cercano di creare nuove fonti di energia ispirandosi a fenomeno come i buchi neri, per avere qualche elemento in più quando si vogliono capire ad esempio alcune delle impressionanti capacità degli oggetti volanti non identificati. Insomma, invece di studiare gli Ufo in segreto, uno stato in rivalità con l'altro, uniamo le forze e le conoscenze».

Elizondo collabora da alcuni anni con la To the stars academy di Tom DeLonge, ex front man della band Blink-182 che ha lasciato la carriera, di grande successo, di artista per dedicarsi allo studio degli Ufo. Lui ed Elizondo furono ospiti nel 2018 a Roma del VII Convegno internazionale di Ufologia. Accolti dal presidente del Centro ufologico nazionale, Vladimiro Bibolotti, presenterano in anteprima per l'Europa i primi, clamorosi, video ripresi da piloti militari americani che successivamente il Pentagono fu costretto a "validare".

Ufo, i rottami nascosti dal Pentagono: la conferma della Dia dopo le rivelazioni di DeLonge, ex Blink-182. I metamateriali

Ufo e Uap, dagli Usa nuove aperture sui documenti segreti del Pentagono, Cun-Cifas: «Finalmente»

Video Ufo, Pentagono autorizza la divulgazione. Un pilota: «Rimbalzava come una pallina»

Gli alieni esistono? Ecco la verità: Edward Snowden svela tutti i segreti della Cia

Ufo, la conferma dei top gun: «Non sono di questo mondo»

Gli Ufo e l'ex Blink-182 Tom DeLonge: «Ecco le prove, esistono: cerchiamoli» Video di Paolo Ricci Bitti

 

Il video è stato girato con uno smartphone dentro al Combat Information Center della nave, una particolare sezione soggetta a norme di massima segretezza, e dove quindi anche i cellulari non sono ammessi. Il documentarista Jeremy Corbell ha detto all’emittente FOX 8 che, in seguito, un sottomarino è andato in profondità per cercare l’oggetto misterioso che si era inabissato, ma senza riuscire a trovarlo. 

Ufo nei cieli del New Mexico, American Airlines conferma l'avvistamento del pilota Video

Le esercitazioni navali coinvolgevano tre navi da guerra provenienti dall’area di San Diego, che hanno registrato diverse incursioni di oggetti volanti hanno seguito a lungo le unità americane. In uno di questi episodi, un Ufo (o qualunque cosa fosse) ha seguito un cacciatorpediniere per novanta minuti, come è stato scrupolosamente scritto nel diario di bordo. Gli episodi inspiegabili sono andati avanti per parecchi giorni.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 16 Maggio, 17:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA