Comprano cibo da asporto per tre anni, un bug gli evita di pagare: ora devono risarcire tutto

Giovedì 5 Agosto 2021 di Marta Ferraro
I clienti di un servizio di cibo da asporto hanno mangiato per errore per tre anni gratis e ora dovranno risarcire tutto

Un errore nel sistema di elaborazione dei pagamenti del servizio di consegna di cibo a domicilio giapponese Demae-can ha permesso ad alcuni utenti di mangiare gratis per 3 anni, secondo quanto riportano i media locali.

Secondo la dichiarazione che la società ha indirizzato agli utenti interessati, alcuni ordini effettuati tramite le applicazioni di pagamento degli operatori di telefonia mobile DoCoMo, au e SoftBank sono stati accettati e consegnati, tuttavia in seguito un errore nel sistema di Demae-can ha costretto gli operatori a rimborsare o annullare tali pagamenti.

Dato che la società ha iniziato ad accettare pagamenti tramite operatori di telefonia mobile il 24 agosto 2018, si stima che l'errore possa essersi verificato in qualsiasi momento tra il 2018 e il 2021.
Dopo aver scoperto la violazione, Demae-can ha manifestato l'intenzione di riscuotere il denaro corrispondente a tutti gli ordini interessati dall'errore.

«Mi vogliono far pagare 60.000 yen, circa 460 euro», si legge in un messaggio di un cliente raccolto dai media. «Ho ricevuto un messaggio che mi avvertiva che devo pagare entro 2 settimane a causa di un errore di pagamento», ha sostenuto un altro.

Secondo SoraNews24, non è chiaro il motivo per cui Demae-can abbia impiegato così tanto tempo per scoprire il bug.

© RIPRODUZIONE RISERVATA