Coronavirus, è Plague il videogioco più scaricato: simula le pandemie

Mercoledì 4 Marzo 2020 di Paolo Travisi
In Italia, da almeno un paio di settimane, non conosce rivali: è il più scaricato. E non è affatto un caso, visto che consente di simulare la creazione di un virus letale da diffondere nel mondo per annientare la razza umana. Eppure “Plague Inc.”, nome del videogioco che in inglese significa “Peste”, è disponibile da otto anni negli store digitali per smartphone e tablet ma soltanto oggi entra tra le app messe praticamente all’indice perché sembra possa alimentare la paura sociale da Coronavirus. La conferma del terrore che corre anche sul filo del web viene proprio dal paese dove è esplosa l’epidemia virale: “Plague Inc.” infatti è stato rimosso dall’App store per ordine dell’Ente Amministrativo per il Cyberspazio della Cina. «Iinclude contenuti illegali», queste le motivazioni riportate da Ndemic Creations, la società che l’ha sviluppato. Proprio in Cina, dopo le notizie sulla diffusione del Covid-19 e la quarantena di migliaia di persone, il gioco ha subito un’impennata di download, fino alla decisione di eliminarlo dal mercato.  Ultimo aggiornamento: 09:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA