​Apple risarcirà fino a 500 milioni di dollari i possessori di iPhone rallentati

Martedì 3 Marzo 2020 di Marta Ferraro
​Apple risarcirà fino a 500 milioni di dollari i possessori di iPhone rallentati
Apple ha accettato di pagare fino a 500 milioni di dollari per risolvere una causa legale con dei clienti che hanno sostenuto che la società americana ha rallentato il funzionamento dei loro cellulari per indurli a acquistare nuovi dispositivi o a sostituire le batterie di quei modelli, secondo quanto riferisce Reuters.

LEGGI ANCHE La Francia multa la Apple per 25 milioni di euro: ha intenzionalmente rallentato gli iPhone

Questo patto richiederebbe all'azienda di pagare circa 25 dollari per iPhone - un importo che varierebbe in base al numero di dispositivi beneficiari - da un minimo di 310 milioni dollari ed è in attesa di un giudice federale a San Jose, California, USA. 

Ogni utente iPhone menzionato in questa azione legale di class action riceverà fino a 3.500 dollari, mentre il resto del denaro andrebbe ai proprietari dei modelli 6, 6 Plus, 6s, 6S Plus, 7, 7 Plus e SE che hanno presentato un reclamo e rispettano i criteri stabiliti, come segnala l'agenzia AP.

Questi consumatori sono convinti che il funzionamento dei loro telefoni è peggiorato dopo l'installazione degli aggiornamenti del software e che li ha portati a credere che era necessario sostituire la batteria.

Da parte sua, la società ha approvato l'accordo per evitare problemi legali, ma ha attribuito i problemi a sbalzi di temperatura, uso eccessivo o altre circostanze e ha assicurato che i suoi ingegneri hanno risolto rapidamente tali problemi.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA