Apple, arriva la riparazione fai da te per iPhone e Mac. Si parte nel 2022: ecco come fare

Mercoledì 17 Novembre 2021
L'immagine del comunicato ufficiale Apple

Con un comunicato stampa pubblicato sui propri canali ufficiali, da Cupertino, in California, la Apple ha annunciato per il 2022 il varo del programma Self Service Repair, la riparazione in autonomia con cui i clienti potranno porre rimedio ai problemi dei propri device, purché in grado di effettuare l'intervento, di accedere alle parti originali e agli strumenti di Apple.

Disponibile inizialmente per le linee di iPhone 12 e iPhone 13, e presto anche per i Mac con chip M1, Self Service Repair sarà  operativo all’inizio dell’anno prossimo negli Stati Uniti e verrà esteso ad altri Paesi nel corso del 2022. Questa opzione si aggiunge ai 5000 centri assistenza autorizzati Apple e alle 2800 aziende che fanno parte del programma Independent Repair Providers, che hanno già accesso a parti originali, strumenti e manuali.

Maggiore possibilità di scelta

“Ampliare l’accesso a parti originali Apple garantisce ancora più possibilità di scelta quando si ha bisogno di una riparazione”, dice Jeff Williams, Chief Operating Officer di Apple. “Negli ultimi tre anni, Apple ha quasi raddoppiato il numero di centri di assistenza che hanno accesso a parti originali, strumenti e formazione Apple, e ora offriamo un'ulteriore opzione a chi desidera completare in autonomia le proprie riparazioni.” La fase iniziale del programma si concentrerà sulle parti per cui ci si rivolge più spesso ai centri di assistenza, come il display, la batteria e le fotocamere di iPhone. La possibilità di fare altre riparazioni sarà disponibile più avanti nel corso del prossimo anno.

Un'altra immagine del comunicato Apple

Per effettuare una riparazione in totale sicurezza, è importante prima di tutto consultare il manuale di riparazione. Poi sarà possibile inoltrare un ordine per le parti originali e gli strumenti Apple tramite l’Apple Self Service Repair Online Store. In seguito alla riparazione, chi restituisce una parte usata per il riciclo riceverà un credito da spendere sul prossimo acquisto.

Raddoppiati i centri di assistenza

Negli ultimi tre anni, Apple ha quasi raddoppiato il numero di centri di assistenza che hanno accesso a parti originali, strumenti e formazione Apple, inclusi oltre 2800 Independent repair providers. Lanciato negli Stati Uniti nel 2019, il programma Independent Repair Provider è in rapida crescita e include ora più di 200 Paesi, consentendo a centri di riparazione indipendenti di accedere alla stessa formazione, alle stesse parti originali e agli stessi strumenti degli altri centri assistenza autorizzati Apple. 

Ultimo aggiornamento: 24 Novembre, 11:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA