Fortnite, raccolta fondi per pagare le cure contro il cancro. L'idea del giocatore 13enne

Il papà ha il cancro, gamer 13enne raccoglie fondi per le terapie grazie a Fortnite
Chi ha detto che Fortnite è un gioco assolutamente da demonizzare? Il popolare videogame di battaglie in tempo reale, che da tempo appassiona gli adolescenti di tutto il mondo, non è solo un gioco. Dietro Fortnite, infatti, c'è una grande community a livello mondiale e questo ha indotto un ragazzo di 13 anni a sfruttare la propria popolarità per raccogliere fondi per le terapie del papà, malato di cancro.

Nainggolan, la moglie Claudia Lai ha il cancro: «Un incubo, oggi inizio la chemio»



La storia di ZylTV ha commosso il mondo: questo streamer canadese, infatti, ha deciso di sfruttare la sua visibilità iniziando a trasmettere in diretta streaming lunghe sessioni di Fortnite, con l'obiettivo di raccogliere fondi per la chemioterapia a cui dovrà sottoporsi il padre, a cui è stato diagnosticato un tumore al fegato e uno ai polmoni. Senza la chemio, il papà di questo giovane gamer non riuscirà a sopravvivere per più di un anno, mentre con le terapie l'aspettativa di vita può allungarsi fino a tre anni, con una lieve speranza di guarigione.

ZylTV ha quindi deciso di trasmettere sul proprio canale Twitch lunghe partite di Fortnite, giocando ben dieci ore al giorno. Nei primi quattro giorni, questo giovanissimo è riuscito a raccogliere mille dollari canadesi (circa 680 euro), ma è con la pubblicazione di un thread su Reddit che la raccolta fondi ha raggiunto una grande popolarità. Al fianco di ZylTV si sono schierati non solo utenti comuni, ma anche altri gamer famosi in tutto il mondo, che hanno pubblicizzato la sua iniziativa. Alla fine, nel giro di qualche giorno, ZylTV è riuscito a raccogliere più di 13 mila dollari canadesi (circa novemila euro), che in parte saranno spesi per le terapie e in parte saranno destinati ad un fondo d'emergenza.

Grazie alla sua iniziativa, il 13enne sta accumulando sempre più follower su Twitch e altri famosi gamer, come Xxif e Ronaldo, hanno deciso di pagare a lui e al padre un biglietto aereo per partecipare al Mondiale di Fortnite in programma a New York. Il padre, fino a quel momento ignaro di tutto, ha scoperto il gesto del figlio e si è commosso, ringraziando poi tutti coloro che hanno aderito alla raccolta fondi.
Giovedì 11 Luglio 2019, 11:04 - Ultimo aggiornamento: 11-07-2019 11:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP