Batterie al grafene efficienti al 94%: catturano energia da fonti eoliche e fotovoltaiche

Mercoledì 9 Giugno 2021
Batterie al grafene efficienti al 94%: catturano energia da fonti eoliche e fotovoltaiche

Per immagazzinare l'energia da fonti rinnovabili come quella eolica o quella fotovoltaica, ora serve una una batteria al grafene con un'efficienza di energia al 94%. La nuova tecnologia, oggetto di brevetto, è stata realizzata da un gruppo di ricerca dell'Istituto Italiano di Tecnologia (Iit), in collaborazione con Enel Green Power e la start-up it Bedimensional.

Pubblicità in tv, ora diventa personalizzata: così Auditel avvia le misurazioni

Il team ha recentemente pubblicato sulla rivista internazionale "Chemistry of Materials" un lavoro che descrive un nuovo tipo di elettrodo con grafene in grado di rendere più efficiente le attuali batterie a flusso al vanadio, raggiungendo il 94% di efficienza energetica. «Questa tecnologia -sottolinea l'Iit- è particolarmente utilizzata per immagazzinare energia proveniente da fonti rinnovabili come campi eolici o fotovoltaici, sistemi di raccolta di energia che vedranno una significativa diffusione nei prossimi anni». I ricercatori spiegano che lo sviluppo di batterie a flusso al vanadio aventi alta densità di potenza e dotate di alta efficienza energetica è considerato cruciale per il futuro dello stoccaggio dell'energia in sistemi stazionari. Rispetto ai metodi tradizionali per l'immagazzinamento energetico da fonti rinnovabili, le batterie a flusso al vanadio sono più sostenibili e sicure.

Ultimo aggiornamento: 15:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA