La nuova ColorOS 12, basata su Android 12: interfaccia utente ancora più personalizzata

Domenica 28 Novembre 2021 di Guglielmo Sbano
La nuova ColorOS 12, basata su Android 12: interfaccia utente ancora più personalizzata

Oppo ha da poco introdotto il nuovo sistema operativo ColorOS 12 basato su Android 12. La nuova interfaccia grafica è stata completamente ridisegnata ed è estremamente personalizzabile, con prestazioni fluide e funzionalità innovative, pensate per stimolare la produttività quotidiana e ottenere un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata. Con il rilascio della versione beta di ColorOS 12, Oppo si conferma così tra i primi brand a livello mondiale a supportare il nuovo Android in versione 12, un aggiornamento che arriverà a cominciare dai Find X3 Pro e che subito dopo coinvolgerà anche gli altri smartphone dell’ecosistema.

Una user experience senza precedenti per l’azienda con una spiccata vocazione alla produttività. Garantire agli appassionati un'esperienza d'uso ideale, coniugando potenze ed estetica, è stato il focus dell'attività di R&D, grazie alla quale ColorOS 12 non presenta lag o rallentamenti nemmeno dopo un uso prolungato. Queste importanti ottimizzazioni hanno consentito una diminuzione nel tasso di usura del sistema del 2,75% in 3 anni, un utilizzo della memoria inferiore del 30% e un consumo della batteria minore del 20%. Inoltre, con l’obiettivo di soddisfare i creatori digitali di tutto il mondo, l'innovativo Quantum Animation Engine adotta oltre 300 nuove animazioni per ottenere effetti dinamici e realistici, rendendo l'esperienza complessiva più convincente e intuitiva. In più, funzionalità utili come PC Connect, Finger Translate alimentato da Google Lens, FlexDrop e Phone Manager permettono agli utilizzatori della nuova interfaccia di mantenere una produttività elevata in ogni situazione.

Oppo ha anche accolto i feedback della sua clientela dando grande importanza alla salvaguardia della privacy. ColorOS 12 infatti, non solo è dotata di tutte le feature di sicurezza previste da Android 12, che permettono di gestire la propria privacy in modo semplice, ma supporta anche apprezzate funzionalità sviluppate dal produttore proprietario come Private System, Private Safe, App Lock e molte altre ancora. OPPO ha perfezionato anche i sistemi di archiviazione e trattamento dei dati personali. Grazie alla presenza di server dislocati in molteplici località nel mondo, l’azienda garantisce che i dati vengano conservati soltanto in quelli più vicini, salvati in un format non testuale e trasmessi esclusivamente utilizzando un protocollo proprietario. 

La nuova versione ColorOS rimane aperta a tutti gli sviluppatori Android. Oltre ai Software Development Kit gratuiti per la fotocamera – che includono funzionalità specifiche che caratterizzano l’azienda, tra cui Ultra Steady Video Shooting, HDR e Super Wide-Angle,  Oppo ha messo a loro disposizione anche HyperBoost e la funzionalità Color Vision Enhancement, per avvantaggiare gli sviluppatori e migliorare l’intero ecosistema Android.

Il roll-out di ColorOS12 avverrà tra la fine del 2021 e la prima metà del prossimo anno 2022; l’azienda punta a coinvolgere in questo importante aggiornamento oltre 110 device ed più di 150 milioni di utenti in tutto il mondo. 

Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre, 08:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA