Instagram, Facebook dichiara guerra ai like falsi: ecco che sta succedendo

Instagram, Facebook dichiara guerra ai like falsi: ecco cosa sta succedendo
Su tutti i social network, Instagram in primis, negli ultimi anni hanno spopolato like e follower falsi, venduti appositamente da aziende ai vari utenti che desiderano accrescere la propria popolarità. Niente di nuovo, dopo tutto. Solo che ora Facebook, nel tentativo di migliorare la propria immagine dopo i vari scandali (il Datagate su tutti), ha deciso di intraprendere azioni concrete e dichiarare guerra ai like falsi.



Come riporta Business Insider, Facebook ha deciso di fare causa ad un'azienda, Social Media Series Limited, che negli ultimi anni avrebbe guadagnato circa 10 milioni di dollari vendendo like e follower falsi a prezzi relativamente contenuti. Per acquistare 5mila like falsi per i post su Instagram, d'altronde, bastano meno di 40 dollari (poco più di 35 euro).



Ovviamente, il fatto che gli aspiranti influencer possano accrescere la propria popolarità tramite dati gonfiati e falsi non permette a Instagram di godere di una buona reputazione. Facebook, proprietario di Instagram dal 2014, sembra essersene accorto molto tardi. I più maliziosi sostengono che si tratti di una guerra montata ad arte, voluta proprio per far veicolare all'esterno un'immagine più positiva di Facebook, dopo la lunga serie di scandali. Inoltre, la battaglia al momento appare proibitiva: sono diverse le aziende che, ogni giorno, vengono fondate in tutto il mondo per fare dei like e dei follower su Instagram un vero e proprio business.
Lunedì 29 Aprile 2019, 21:21 - Ultimo aggiornamento: 30 Aprile, 10:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP