Un clic su FaceApp e i russi entrano nei dati personali

di Francesco Lo Dico

3
  • 122
È la moda dell'estate che ha conquistato calciatori, soubrette e l'esercito del selfie in missione balneare. Da Alessandro Gassmann a Eros Ramazzotti, da Dj Linus a Alessandro Greco, da David Guetta a Cristiano Ronaldo è stato un vero trionfo. Basta scattarsi una foto, cliccare il tastino magico, e in un nanosecondo ci si ritrova ottuagenari canuti e pieni di rughe, tra le risatine compiaciute di amici e parenti. Ma tra la possibilità di finire schedati nei server russi proprietari dell'applicazione, e quello di vedersi lo smartphone devastato dai virus, FaceApp rischia di far venire i capelli bianchi per davvero.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 22 Luglio 2019, 08:58 - Ultimo aggiornamento: 22-07-2019 10:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-07-23 15:04:49
Mi sa mi sa che i miei commenti non vengono piú pubblicati perché veritieri sulle colpe dei media. Ho scritto solo che essendo i veri app,e schifezze sociali nella proprietá di israeliani , si fa propaganda anti russia e cinese. chiedete a facebook cosa sa di voi e cosa ha passato alla CIA, o Mossad.
2019-07-22 10:52:44
uno addetto questa castrroneria e allora tutti a ripetere che si rubano i dati,. Ma tutte le app che scarichiamo dispongono delle nostre autorizzazione e dei nostri dati
2019-07-22 09:13:03
Possibile mai che quando si parla di schifezze informatiche si parla solo di Cinesi e Russi: USA, India ecc sono i puristi?

QUICKMAP