Facebook rimuove 364 account legati a un'agenzia russa: «Comportamenti non autentici»

Facebook rimuove 364 account legati a un'agenzia russa: «Comportamenti non autentici»
Facebook in un post sul blog di Mark Zuckerberg ha fatto sapere di aver rimosso 364 pagine che facevano parte di una campagna di disinformazione gestita dai dipendenti dell'agenzia di stampa russa Sputnik. Il social network ha spiegato che le pagine sono state rimosse perché «erano impegnate in un comportamento non autentico coordinato» come parte di una rete partita in Russia e operante nei paesi Baltici, Asia Centrale, Caucaso, Europa centrale ed orientale.

Facebook ha anche spiegato che si presentavano come pagine di notizie indipendenti con articoli su argomenti come politica, meteo ed economia. Ma sono state collegate ai dipendenti dell'agenzia di stato Sputnik, con sede a Mosca, che spesso pubblica post anti-Nato, su movimenti di protesta e anti-corruzione.

Quasi 800 mila persone seguivano queste pagine, che hanno pubblicizzato 190 eventi in quattro anni. Facebook ha anche rimosso 107 pagine, gruppi e account dello stesso social, oltre a 41 account Instagram, che erano impegnati in «comportamenti non autentici coordinati come parte di un network partito dalla Russia e che operava in Ucraina». 
Venerdì 18 Gennaio 2019, 10:52 - Ultimo aggiornamento: 18-01-2019 11:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP