L'intelligenza artificiale fa progressi: ora imparerà anche a lavare i piatti

Giovedì 22 Agosto 2019
L'intelligenza artificiale fa progressi: ora imparerà anche a lavare i piatti
Non solo prestazioni da fuoriclasse, come quelle di cui ha dato prova negli scacchi e nel poker, l'intelligenza artificiale si prepara a entrare nella vita quotidiana imparando a compiere azioni solo in apparenza semplici, come lavare i piatti. Per farlo, imita l'intelligenza degli animali. È quanto emerge dallo studio pubblicato sulla rivista Nature Communications dal gruppo del Laboratorio Cold Spring Harbor di New York.

Polignano, la blogger stronca il ristorante di lusso: «Sono vegana»

Gli autori della ricerca, coordinata dal neuroscienziato Anthony Zador, hanno studiato il cervello animale, provando a riprodurre il funzionamento dei neuroni in sistemi di intelligenza artificiale. Grazie a sofisticati algoritmi di apprendimento, infatti, sottolineano i ricercatori, questi sistemi si sono già rivelati più abili dell'uomo in alcune attività, come nei videogiochi o nella dama cinese.

Federico muore a 23 anni di overdose di eroina: «Aveva paura degli aghi»

Per Zador, «attività che noi consideriamo complesse, come formulare pensieri astratti o giocare a scacchi, sono meno complicate per le macchine. Che invece - ha spiegato il neuroscienziato - hanno molte più difficoltà nel fare cose apparentemente semplici per gli esseri umani, come interagire con il mondo fisico, ad esempio lavando dei piatti. Noi esseri umani, infatti - ha aggiunto Zador - abbiamo avuto centinaia di milioni di anni di evoluzione che hanno permesso al nostro cervello di stabilire le corrette connessioni per svolgere alcune attività, quasi senza sforzo. I sistemi di intelligenza artificiale, invece - ha concluso - stanno imparando a farlo, prendendo a modello l'evoluzione animale e umana». 
Ultimo aggiornamento: 15:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA