Nuova dimensione per il Fantacalcio: ora si gioca con la tecnologia blockchain e gli Nft

Mercoledì 20 Ottobre 2021 di Salvatore Riggio
gettyimages

Dimenticatevi il vecchio caro fantacalcio, quello delle aste tra amici. Adesso anche questo mondo, che negli anni ha avvicinato generazioni diverse tra loro, è cambiato. È entrato in un’altra dimensione. Un esempio è “Sorare”, il gioco di fantacalcio globale con tecnologia blockchain e gli Nft. Di cosa si parla? La Blockchain – letteralmente «catena di blocchi» – sfrutta le caratteristiche di una rete informatica di nodi e consente di gestire e aggiornare, in modo univoco e sicuro, un registro contenente dati e informazioni in maniera aperta, condivisa e distribuita senza la necessità di un’entità centrale di controllo e verifica. Da parte loro, gli Nft sono oggetti da collezione digitali e unici sulla blockchain. Grazie a questa funzionalità possono essere utilizzati nei videogiochi per rappresentare personaggi, oggetti e altri elementi scambiabili.

 

 

UN’ALTRA DIMENSIONE

 Ed è qui che si muove Sorare che, fondata nel 2018, è stata creata da appassionati di calcio per appassionati di calcio. Attraverso i collezionabili digitali blockchain e il suo fantacalcio globale, la mission dell’azienda è diventare il più grande «gioco nel gioco». Sorare sta trasformando il fandom sportivo online e dando alla sua comunità un nuovo modo di connettersi ai club e ai giocatori che amano. Il gioco a settembre contava 170mila utenti attivi mensili in 180 Paesi. Con sede a Parigi, Sorare è finanziato da un team di livello mondiale che comprende Benchmark, Accel Partners, Headline e i calciatori Gerard Piqué, Antoine Griezmann e Rio Ferdinand. Su Sorare ci sono diverse squadre italiane: Cagliari, Genoa, Inter, Juventus, Lazio, Napoli, Roma, Sampdoria, Udinese e Verona. Altri club entreranno in futuro.

I NUMERI

Soltanto in Italia si contano cinquemila utenti attivi al mese, sei milioni di euro di figurine scambiate da inizio 2021 a luglio 2021. Le cards più costose sono quelle di Cristiano Ronaldo (249mila euro), poi seguono Gigio Donnarumma (53mila), Osimhen (28mila), Ibrahimovic (27mila) e Lautaro Martinez (12mila). L’Italia è al quarto posto nella classifica dei Paesi con un maggior traffico di cards. Alle spalle di Regno Unito, Stati Uniti e Francia, ma davanti a Germania, Russia, Spagna e Giappone. Ed è sempre il quarto Paese (su oltre 150) con più utenti attivi. Insomma, numeri alla mano è un fenomeno in piena espansione. Per capirlo meglio basti pensare che Real Madrid (64.301 followers), Liverpool (44-394) e Juventus (32.058) sono le squadre più seguite, mentre Mbappé (75.585 followers), Neymar (45.885) e Lewandowski (41.824) sono, invece, i giocatori. Il giro di affari è incredibile. Il mercato del fantasy sport raggiungerà i 48 miliardi di dollari entro il 2027 ed è attesa una crescita annuale del 7,2% nei prossimi tre-cinque anni.

GLI ACCORDI

Sorare ha ottenuto la licenza ufficiale da 180 club di calcio per “stampare” le figurine digitali dei calciatori sotto forma di Nft e dare vita a una sorta di “fantacalcio” attraverso lo scambio in blockchain delle stesse cards, più o meno rare (da mille a un solo esemplare). E in queste settimane Sorare ha stretto accordi con due delle principali leghe europee: la Liga spagnola e la Bundesliga tedesca (e la Bundesliga2). Accordo trovato anche con Kosmos, il gruppo di intrattenimento sportivo guidato da Gerard Piqué, il difensore del Barcellona. Ne è nata una partnership che vede protagoniste le leggende del calcio mondiale. Le due aziende hanno, infatti, raggiunto un’intesa per lanciare gli Nft di oltre 50 miti del gioco, tra cui Diego Armando Maradona, Franz Beckenbauer, Johan Cruyff, Michel Platini. Non solo. Perché nelle scorse settimane l’azienda ha annunciato di aver raccolto 680 milioni di dollari in un finanziamento di Serie B guidato da Softbank. Questo investimento è il più grande d’Europa che sia mai stato effettuato e grazie a questo Sorare raggiunge una valutazione di 4,3 miliardi di dollari.

COME SI GIOCA

Come funziona tutto questo? In Sorare gli utenti, chiamati Manager, creano formazioni composte da cinque giocatori: un portiere, un difensore, un centrocampista, un attaccante e un altro giocatore esterno. I manager inseriscono queste formazioni in diversi tornei, ognuno con i propri requisiti di ingresso come l’età dei giocatori o la regione in cui gioca il loro club. In base alle prestazioni dei giocatori nelle partite della vita reale, tutte le formazioni inserite vengono collocate l’una contro l’altra in una classifica. Più alta è la posizione di un manager in questa graduatoria, migliori sono i premi in carte che guadagnano. Le carte sono disponibili in diverse quantità: ogni calciatore ha mille carte limited, 100 carte rare, 10 carte super rare e una sola carta unica. I manager competono tra loro per raccogliere queste carte sparse sul Mercato di Sorare. E danno vita a vere sfide.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre, 15:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA