Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Mobilità sostenibile: Terna e Pirelli insieme, e-bike in sharing per i dipendenti

Mercoledì 21 Settembre 2022 di Nicola Desiderio
Mobilità sostenibile: Terna e Pirelli insieme, e-bike in sharing per i dipendenti

La nuova mobilità è fatta di strade che portano l’energia in ogni luogo per permettere a tutti i mezzi di trasporto del futuro di ricaricarsi.

Allo stesso modo le grandi reti di Terna possono essere sicuramente paragonate alle autostrade del sistema di mobilità che si svilupperà nei prossimi anni. Una rete da 75.000 km che porta corrente ad alta tensione in tutta Italia e, con i suoi molteplici svincoli, è pronta a servire le aziende e i cittadini che si muovono secondo modalità innovative che coinvolgono l’organizzazione interna della stessa Terna nella transizione verso la decarbonizzazione. Nell’ambito di questo processo, Terna ha trovato la sponda ideale in un’altra grande società italiana come Pirelli adottando su scala nazionale “CYCL-e around”, il programma di e-bike sharing aziendale che incentiva le forme di mobilità alternativa a quella tradizionale. L’APP Il programma è attivo presso otto sedi di Terna in Italia e prevede quattro modalità di noleggio: Working Time per utilizzare le e-bike per gli spostamenti di lavoro; Home2Work è per i tragitti casa-ufficio; Smart Week consente l’utilizzo dei mezzi per 7 giorni consecutivi; Weekend Break per utilizzare le bici elettriche nei fine settimana senza limiti di chilometraggio. Come per altri sistemi di mobilità analoghi, può essere gestito in piena autonomia da ciascuna persona attraverso un’apposita app che Terna mette a disposizione sull’Intranet aziendale mentre le flotte delle e-bike Pirelli sono dislocate in apposite aree attrezzate attigue alle sedi Terna. Il progetto di condivisione interna delle bici elettriche nasce all’interno di un’iniziativa più ampia in atto all’interno di Terna denominata NexTerna, un programma di trasformazione culturale dell’attività lavorativa per renderla più flessibile, partecipativa, attenta al benessere delle persone e ovviamente sostenibile.

ALTERNATIVA EFFICIENTE

«Questa iniziativa, sviluppata insieme a Pirelli, ha l’obiettivo di favorire sempre più la mobilità sostenibile e di sensibilizzare le persone sulla sua importanza» ha dichiarato Roberto Giovannini, Responsabile Sostenibilità di Terna. «Abbiamo quindi deciso – ha proseguito Giovannini – di partire dai colleghi che operano in otto nostre sedi situate in tutta Italia, ai quali offriamo un’alternativa più efficiente per gli spostamenti nel traffico cittadino e, al contempo, più sostenibile e rispettosa dell’ambiente. L’adesione al progetto “CYCL-e around” nasce dalle attività del cantiere “Sostenibilità e Comunicazione”, uno dei sette tavoli di lavoro nell’ambito del progetto NexTerna, news ways of working, avviato lo scorso anno, che sotto l’egida della sostenibilità, dell’innovazione e della digitalizzazione ha inciso sul modo di lavorare delle persone di Terna, garantendo una maggiore attenzione alla persona e al suo benessere, all’ambiente, e, nello stesso tempo, una maggiore efficienza e produttività accompagnata da una serie di benefici logistici».

PARCHEGGI DI SCAMBIO

Terna ha anche attivato in 10 sedi – ma presto ve ne saranno altre sei – l’installazione di parcheggi per le bici dei dipendenti, prenotabili anch’esse attraverso app. Ci sono inoltre condizioni agevolate per noleggiare auto (anche per i familiari) a Roma, Milano, Torino, Firenze e Bologna e monopattini elettrici, e ci sono sconti per acquistare bici muscolari ed elettriche, persino con servizio di bici sostitutiva. Un nuovo modo di vivere, muoversi e lavorare figlio delle esperienze del lockdown e della pandemia che, mettendo a dura prova la società e le varie organizzazioni, ha comunque lasciato nuove consapevolezze delle quali le aziende devono necessariamente farsi interpreti, in particolare quelle coinvolte nella transizione energetica e nella mobilità come Terna la quale ha già avviato E-mobility Lab, il progetto per lo sviluppo di una rete di ricarica vehicle-to-grid (V2G) che chiama tutte le aziende a partecipare ad un processo di innovazione che permetterà di muoversi in modo sostenibile gestendo al meglio tutte le risorse energetiche del Paese.

Ultimo aggiornamento: 22 Settembre, 07:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA