Amazon presenta quattro hub di micromobilità in Italia

A Napoli il 60% dei pacchi consegnato dai cargo scooter elettrici

Amazon presenta quattro hub di micromobilità in Italia
Amazon presenta quattro hub di micromobilità in Italia
Mercoledì 23 Novembre 2022, 11:26
3 Minuti di Lettura

Amazon lancia quattro hub di micromobilità per quattro città Italiane: Napoli, Milano, Genova e Bologna. Questo è l'annuncio che la grande azienda ha fatto oggi con l'obiettivo di un trasporto più ecologiche e supportare consegne dell’ultimo miglio più sostenibili, in grado di migliorare la qualità dell’aria, alleviare la congestione del traffico e ridurre l’inquinamento acustico nei centri urbani.

Questi hub di micromobilità permettono di operare nuovi metodi di consegna, grazie all’impiego di cargo scooter elettrici a zero emissioni allo scarico. «I trasporti sono una componente fondamentale della strategia di Amazon per raggiungere zero emissioni nette di CO2 entro il 2040, impegno che abbiamo assunto con il Climate Pledge», ha commentato Gabriele Sigismondi, country director, Amazon logistics Italia. «Questi hub di micromobilità consentono di aumentare l’efficienza delle nostre strutture esistenti e della flotta di veicoli elettrici dei nostri fornitori, e stanno già trasformando il modo in cui vengono effettuate le consegne ai clienti nelle aree a elevata densità».

Gli hub di micromobilità sono depositi di dimensioni contenute e ubicati in posizioni centrali. Nelle città europee tradizionalmente a elevata densità, gli hub consentono di utilizzare nuovi metodi di consegna, come i cargo scooter elettrici a tre ruote, le cargo bike e le consegne a piedi, per portare i pacchi ai clienti in modo più sostenibile. Gli hub di micromobilità permettono di togliere dalla strada i tradizionali van per le consegne, alleviando la congestione del traffico nei centri urbani e migliorando la qualità dell'aria.

 

E a Napoli?

A Napoli, il 60% dei pacchi nella zona a traffico limitato viene consegnato dai cargo scooter elettrici. Amazon ha già lanciato hub di micromobilità in più di 20 città europee e prevede di raddoppiare il numero delle città coinvolte entro la fine del 2025.

© RIPRODUZIONE RISERVATA