Hacker contro siti italiani, Acn: «Attacco più complesso del solito». Ecco perché

L'attacco è stato rivendicato su Telegram dal collettivo di hacker filorussi NoName057: si tratta di un'azione di tipo DDos (Denial of service)

Hacker contro siti italiani, Acn: «Attacco più complesso del solito». Ecco perché
Hacker contro siti italiani, Acn: «Attacco più complesso del solito». Ecco perché
Mercoledì 22 Febbraio 2023, 18:19 - Ultimo agg. 21:04
2 Minuti di Lettura

Un attacco hacker più complesso del solito. È stata definita così dall'Acn (Agenzia per la cybersicurezza) l'offensiva sferrata da un gruppo di cybercriminali contro una decina di siti italiani, che includono sia soggetti pubblici che privati. Tra i portali colpiti quelli di alcuni ministeri, di Tim, di Bper, dei Carabinieri e A2A. «Stiamo seguendo gli eventi. È da questa mattina che l'Acn si è occupata di quello che stava accadendo», spiegano fonti dell'Acn.

Attacco hacker «più complesso»: ecco perché

Molti servizi sono stati prontamente ripristinati: è stata data un'allerta e la costituency nell'insieme «ha reagito molto bene». Qualche servizio è stato ripristinato immediatamente qualcuno non ancora. Dal punto di vista tecnico si tratta di un "salto di qualità" da parte degli hacker: «Non è un attacco volumetrico che ha creato i problemi, ma è un attacco diretto alle applicazioni quindi più complesso», dicono le fonti.

L'attacco è stato rivendicato su Telegram dal collettivo di hacker filorussi NoName057: si tratta di un'azione di tipo DDos (Denial of service).

Nei vari post dedicati all'argomento il collettivo cita le parole pronunciate ieri a Kiev dal presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, in merito al sostegno militare italiano all'Ucraina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA