Il sogno della Danimarca: dimezzare le emissioni entro il 2025

Sabato 8 Maggio 2021
Il sogno della Danimarca: dimezzare le emissioni (rispetto al 1990) entro il 2025

Tutti inseguono gli obiettivi dell'accordo di Parigi del 2015. Anche la Danimarca, che ha posto come traguardo quello di dimezzare le emissioni entro il 2025, rispetto ai livelli del 1990. Inizialmente si puntava a raggiungere la riduzione del 46-50%, ma il governo di minoranza della Premier socialdemocratica Mette Frederiksen e i partiti alleati della sinistra hanno concordato il nuovo obiettivo, quello di ridurre il gas serra del 50-54% entro i prossimi quattro anni. Poi si guarderà al 2030, quando si spera di arrivare al 70%. Ed entro il 2050, al massimo, il Paese si ripropone di essere "carbon neutral". Il ministro dell'Ambiente, Dan Jorgensten, ha ammesso che l'obiettivo fissato per il 2030 è «estremamente ambizioso».

Clima, l'appello dell'Onu: «Urgente tagliare il metano nel prossimo decennio»

GERMANIA - Si muove anche la Germania per andare incontro alle politiche ambientali imposte dall'accordo di Parigi. «Le energie rinnovabili vanno ampliate più velocemente», ha detto la leader dei Verdi e candidata alla Cancelleria Annalena Baerbock al Bundestag. «È necessario fare una legge per la protezione del clima che si orienti agli obiettivi climatici contenuti nell'accordo di Parigi del 2015 e che preveda: una riduzione del 70% delle emissioni entro il 2030, una netta velocizzazione delle energie rinnovabili, la fine delle sovvenzioni a chi danneggia l'ambiente, l'anticipo dell'uscita dal carbone, l'autorizzazione solo di auto-elettriche a partire dal 2030 e soprattutto un patto per il clima a favore di un ammodernamento dell'industria».

Ultimo aggiornamento: 9 Maggio, 11:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA