La Notte Europea dei Ricercatori: il 28 settembre appuntamenti in dodici città

Gli edifici storici di dodici si vestiranno di luce, con immagini e disegni che raccontano i principali traguardi scientifici degli ultimi anni, dalla onde gravitazionali ai segreti del Dna, alle missioni spaziali. Si rinnova il 28 settembre l'appuntamento con Sharper, uno dei 9 progetti italiani dell'edizione 2018 della Notte Europea dei Ricercatori, la festa della scienza promossa 13 anni fa dalla Commissione Europea per aprire al pubblico di tutte le età le porte dei laboratori, e inserita quest'anno tra le celebrazioni dell'Anno europeo del patrimonio culturale. Ad Ancona, Cagliari, Caserta, Catania, L'Aquila, Macerata, Napoli, Nuoro, Palermo, Pavia, Perugia e Trieste più di 4.000 ricercatori saranno coinvolti in oltre 600 attività tra esperimenti e dimostrazioni scientifiche dal vivo, spettacoli e concerti, mostre e visite guidate, conferenze e seminari. Oltre ai laboratori, aperti anche 38 siti del patrimonio culturale.

Tutti gli appuntamenti hanno lo stesso obiettivo: diffondere la cultura scientifica in un contesto informale e favorire il dialogo tra cittadini e ricercatori. Il progetto è coordinato dalla società di comunicazione scientifica Psiquadro, in collaborazione con un consorzio di partner nazionali che comprende l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn), l'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), l'Università di Palermo, l'Università di Perugia, l'Università politecnica delle Marche, il Museo immaginario scientifico di Trieste e il centro di ricerca Observa science in society.
Martedì 25 Settembre 2018, 18:40 - Ultimo aggiornamento: 25-09-2018 19:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP