Ufo, boom di avvistamenti durante il lockdown del 2020: è ondata in Campania

Lunedì 11 Gennaio 2021
Ufo, boom di avvistamenti durante il lockdown del 2020: è ondata in Campania

Il C.UFO.M. apre gli archivi per l’ennesima volta e pubblica una straordinaria serie di ufo files, i migliori avvistamenti pubblicati nel 2020. Si tratta di una vera e propria ondata di avvistamenti ufo che hanno riguardato un po’ tutte le località italiane da nord a sud e che ha abbracciato segnalazioni pervenute nel 2020, ma che riguardano anche anni precedenti: Lombardia, Piemonte, Toscana, Lazio, Campania, Puglia, Sicilia, sono tra le regioni interessate dai principali avvistamenti, che però hanno riguardato tutta l’Italia, supportati da significative immagini. Ma, si sono anche avvistamenti ufo dal Bali e dalla Svizzera, nonché strane immagini dal pianeta Marte e dal telescopio orbitante Hubble.

 

Questa è solo la prima parte di una catena di segnalazioni che culminerà in una seconda serie, che saranno lanciati in un secondo momento dal Centro Ufologico Mediterraneo e che hanno visto involontari protagonisti testimoni sbigottiti, meravigliati, incuriositi, sorpresi ed, alcune volte, anche impauriti. Giovani, anziani, uomini, donne, nessuno escluso. Oggetti dalle forme, colori, dimensioni, più variegate e strane, diurni e notturni, che vanno ad incrementare la ricchissima casistica ufologica. Sul sito ufficiale del C.UFO.M., comunica il presidente Angelo Carannante, all’indirizzo www.centroufologicomediterraneo.it, ma anche sui social e youtube, sono presenti esplicativi video ed immagini oltre ad approfondimenti dei numerosi ufo files.

A Nichelino, nei pressi di Torino, un drone ha ripreso in volo una strana palla luminosa che è prima apparsa e poi scomparsa dalla vista di un testimone. Una donna poi, a Genova, zona Foce, in piena notte ha fotografato uno oggetto bianco e luminosissimo che ha cambiato anche forma. A Sinalunga, Siena, un ufo luminoso bianco si è presentato per due giorni consecutivi facendo delle evoluzioni, come fuori controllo e poi si è eclissato dietro ad un tetto. Un altro oggetto volante non identificato è stato filmato ad Arezzo da un uomo che ha notato una strana “stella”: all’improvviso lo strano oggetto è schizzato velocissimo facendo una sorta di virata quasi a 90 gradi e poi si è dileguato.

Da Casamari (Frosinone), invece, sono stati avvistati ben 6 oggetti volanti non identificati in una foto risalente a luglio 2018 quando ancora i satelliti Starlink ancora non erano stati lanciati in batteria. In Puglia, in provincia di Lecce si sono avuti due importanti avvistamenti. A Miggiano un uomo, alle 4 e 30 del mattino fa fotografato un misterioso oggetto bluastro, mentre a Trepuzzi due testimoni hanno filmato nel buio un misterioso fenomeno tuttora sotto indagine. Fasci di luce con annesso video sono stati segnalati a La Terza (Taranto) ma, probabilmente, erano solo fari di discoteca. A Barletta è stato avvistato un ovni (oggetto volante non identificato) a forma di freccia.

Tre avvistamenti sono stati registrati anche in Campania, precisamente in provincia di Napoli, Casoria, dove un uomo ha avvistato e ripreso un oggetto sigariforme bianco. Il secondo avvistamento è stato registrato a Benevento dove per tre notti una famiglia si è alquanto inquietata per la presenza di un ufo con colori che sono mutati dal bianco, al giallo, al rosso, sparendo letteralmente da un lato per apparire dall’altro lato del cielo. Invece a Montella (Avellino), un oggetto dalla forma insolita e straordinariamente veloce, tanto da apparire solo in pochissimi fotogrammi, ma che è stato visto anche ad occhio nudo prima che schizzasse, è stato fotografato da due testimoni. Infine a Palermo, uno dei casi più spettacolari, ben impresso in un video: un oggetto luminosissimo ha compiuto manovre impossibili per i velivoli umani, mentre una famiglia lo osservava, percorrendo il cielo in tutte le direzioni, scomparendo da un lato per riapparire all’altro lato in posizione opposta.

Gli avvistamenti citati sono stati indagati a fondo dal C.UFO.M., come è suo costume, che, una volta scartate tutte le ipotesi, ha concluso per la presenza, in tutti i casi citati, di veri e propri ufo, escluso qualcuno per il quale c’è ancora qualche dubbio. Chi volesse fare segnalazioni di avvistamenti ufo, può telefonare al n. 320/54659798 contattabile anche con WhatsApp, oppure scrivere sulla pagina facebook del C.UFO.M. o agli indirizzi centroufologicomediterraneo2@gmail.com, angelo.carannante30@gmail.com. Il Centro Ufologico Mediterraneo analizzerà eventuali immagini e svolgerà indagini a 360 gradi sugli ufo files.

 

Ultimo aggiornamento: 16:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA