Asus lancia Zenfone 7 Pro: il nuovo ​flagship costa 800 euro

Lunedì 7 Settembre 2020 di Guglielmo Sbano

Il nuovo flagship di Asus si chiama Zenfone 7 Pro, è stato presentato in India solo qualche giorno fa ed è già disponibile in Italia, in preordine, dallo scorso 1° settembre.

L’azienda di Taipei, per anni assente dal panorama mondiale della telefonia mobile è ritornata, questa volta in veste di protagonista, con proposte futuristiche davvero convincenti. Quella di maggior interesse, apparsa con la precedente edizione dello Zenfone nel 2019, riguarda il gruppo delle fotocamere posteriori, dotato di uno speciale congegno che gli permette di ruotare di 180° sul suo asse superiore. Questa soluzione, ripresa ed ulteriormente ottimizzata con l’attuale serie 7, offre il duplice vantaggio di poter fruire, anche in modalità selfie, di un sensore ad alta risoluzione nonché, di eliminare completamente la fotocamera frontale rendendo il display, la cui diagonale misura 6,67 pollici, privo di qualsiasi interruzione. Inoltre, i bordi ulteriormente ridotti, il supporto allo standard HDR10+ e i 90Hz di Refresh Rate, amplificano la qualità di fruizione dei contenuti multimediali che raggiunge livelli molto alti.

Ottima la qualità costruttiva e dei materiali degni di un top di gamma. Lo Zenfone 7 Pro perde un po’ in termini di peso rispetto ai rivali diretti, arrivando a 230gr ma lo spessore, nonostante il sofisticato meccanismo della Flip Camera, rimane di soli 9,2 mm. La fotocamera ed il suo movimento rotante sono, in realtà, la parte sulla quale Asus ha focalizzato il suo sforzo maggiore ottenendo, rispetto al precedente Zenfone 6, l’integrazione di ben tre sensori: uno principale da 64MPX ed un teleobiettivo 3X da 8MPX entrambi con stabilizzatore ottico, ed un grandangolare da 12MPX con messa a fuoco automatica. Con il medesimo modulo è inoltre possibile girare video in risoluzione 8K a 30fps (frame per secondo) con stabilizzazione elettronica dell’immagine e in 4K fino a 120fps. È possibile infine, girare in FullHD a 60fps in modalità super stabilizzata (Hypersteady).

La Zen UI 7, l’interfaccia grafica di Asus si basa, naturalmente, su sistema operativo Android nella sua versione Stock, a cui sono state aggiunte alcune personalizzazioni. L’utilizzo risulta sempre intuitivo, fluido, merito anche dello Snapdragon 865+ octa-core con clock a 3.1 GHz e modulo 5G, di una ram di nuova generazione Lpddr5 da 8GB e di una Rom Ufs 3.1 a 256 Gbche insieme assicurano tanta velocità anche quando è richiesta una grande potenza di calcolo. Una menzione particolare va fatta al lavoro di ottimizzazione della batteria, di ben 5000 mAh, perché un inedito sistema di gestione ne preserva il deterioramento, garantendole una maggiore longevità.

Il prezzo sfiora gli 800 euro ma trattandosi di un top di gamma, è difficile chiedere di più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA