Rallenta la crescita dei tablet,
gli utenti preferiscono gli ibridi

ROMA - Rallenta nel 2014 la crescita delle vendite dei tablet, mentre gli utenti si rivolgono a dispositivi come i '2 in 1' (notebook-tablet) oppure estendono la vita dei dispostivi che possiedono. E' quanto stimano gli analisti di Gartner, secondo cui quest'anno verranno consegnati nel mondo 229 milioni di tablet, +11% sul 2013, pari al 9,5% delle vendite totali di dispositivi computerizzati. Nel 2013 l'aumento era stato del 55% sull'anno precedente.



Le consegne mondiali di pc, tablet e smartphone secondo Gartner nel 2014 raggiungeranno i 2,4 miliardi di unità (+3,2% sul 2013). "Il mercato continua a evolvere, con nuove e sempre più complesse relazioni tra pc tradizionali e nuovi dispositivi ultramobili", spiega Ranjut Atwl, direttore ricerche di Gartner.

E aggiunge: "Parte degli utenti di tablet non sostituiranno i loro dispositivi vecchi con nuovi tablet ma con soluzioni ibride e '2 in 1', aumentando così la quota di mercato dei dispositivi ultramobili del 22% nel 2014 e del 32% entro il 2018".



Nel segmento tablet il trend di rallentamento continuerà appunto fino al 2018, a causa della contrazione delle vendite di iPad e tablet Android, con minori vendite di 90 milioni di nuovi tablet nei prossimi tre anni, ai quali si aggiungerà la mancata sostituzione dei vecchi tablet per 155 milioni di unità, a causa dell'estensione del periodo di utilizzo da parte degli utenti.

Il segmento degli smartphone continuerà a crescere e raggiungerà il 71% del totale quest'anno (+17 punti percentuali sul 2013), con i sistemi Android che nei Paesi emergenti nel 2015 raggiungeranno 1 milione di dispositivi consegnati.
Sabato 18 Ottobre 2014, 10:59 - Ultimo aggiornamento: 18-10-2014 11:01




QUICKMAP