Pubblicità in tv, ora diventa personalizzata: così Auditel avvia le misurazioni

Mercoledì 9 Giugno 2021
Pubblicità in tv, ora diventa personalizzata: così Auditel avvia le misurazioni

Internet ha già tracciato la strada da tempo, ora tocca alla tv. Presto le pubblicità durante i programmi televisivi potrebbero essere personalizzati. L'Auditel infatti ora è in grado di rilevare la sostituzione, in tempo reale, di uno spot pubblicitario erogato in modalità lineare, con uno indirizzato a un singolo utente (addressable advertising) e, quindi, di consentire valutazioni delle campagne pubblicitarie al netto di tali sostituzioni.

Si tratta di un'ulteriore importante innovazione - al momento avviata per la tecnologia satellitare ma presto disponibile per tutte le tecnologie trasmissive - sviluppata da Auditel nell'ottica del costante processo di convergenza tra TV tradizionale e digitale. L'addressable advertising rappresenta uno strumento molto prezioso per gli utenti pubblicitari e per i broadcaster. Consente, infatti, di sostituire uno spot lineare, trasmesso a tutti, con un altro indirizzato in maniera differenziata tra diverse tipologie di telespettatori; e di veicolare, perciò, messaggi affini alle preferenze delle famiglie e dei singoli, senza fare ricorso ad affollamenti addizionali. Una comunicazione, quindi, che innova fortemente le campagne TV giacché non solo differenzia i messaggi e la loro intensità in base alle caratteristiche sociodemografiche del nucleo familiare e ai suoi stili di vita, ma permette anche di customizzare i contenuti per aree geografiche o a supporto del retail, massimizzando, così, la forza della campagna ed evitando dispersioni.

Ultimo aggiornamento: 10 Giugno, 09:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA