Scontro al Senato Pillon-Cirinnà sul questionario "anti bullismo omofobico"

I senatori Pillon (Lega) e Cirinnà (Pd)
ROMA - E' finito in uno scontro al Senato, il questionario "anti bullismo omofobico" che doveva essere distribuito nelle scuole umbre ed era stato elaborato in un progetto al quale avevano partecipato Regione, Università e Ufficio scolastico regionale. Il questionario è stato bloccato dal ministro dell'Istruzione Marco Bussetti.
La vicenda è stata ricostruita dal sottosegretario Salvatore Giuliano che ha risposto alle interrogazioni del Partito democratico (Monica Cirinnà insieme agli eletti in Umbria Nadia Ginetti e Stefano Grimani) e Lega (Simone Pillon).
«Ringrazio i genitori che hanno segnalato l'abuso che si stava perpretando nelle scuole umbre... c'è un nesso di fiducia tra scuola e famiglie che non può essere  tradito... la lotta al bullismo si fa con le famiglie e non contro, educando i figli al rispetto del corpo. A garanzia di tutti deve esserci il consenso informato».
«Ogni diversità è considerata da punire, è considerata una vergona... è lì che la scuola interviene nel diventare quel nido di protezione nel quale insegnare ai ragazzi che la loro diversità è un valore...».

  
Giovedì 7 Marzo 2019, 17:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP