Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Virus, diecimila vaccini al giorno
ecco a chi tocca a luglio e agosto

Giovedì 1 Luglio 2021 di Fabio Nucci
Virus, diecimila vaccini al giorno ecco a chi tocca a luglio e agosto

PERUGIA Quasi diecimila dosi in un giorno, 5.800 delle quali richiami. La campagna vaccinale prosegue secondo le ultime indicazioni della Regione che sta giocoforza puntando sulle seconde somministrazioni in previsione della riduzione delle forniture. Considerando le oltre 5.300 iniezioni effettuate ieri in metà giornata, sono oltre 90mila i preparati disponibili, con Janssen e Astrazeneca che rimangono sottoutilizzati con, rispettivamente, 14mila (47%) e 57mila (28%) dosi disponibili. Intanto, resta sotto controllo la curva del contagio con 8 nuovi casi censiti nell’ultimo bollettino, 56 in una settimana come il 20 agosto. E per la prima volta dal 3 ottobre, nessun decesso in sette giorni.
Con le fasce più giovani in stand-by, i centri vaccinali umbri stanno mantenendo un ritmo somministrazioni che nell’ultima settimana è stato di oltre 9.700 dosi iniettate al giorno. L’Umbria inoltre, secondo il rapporto di Scienza in rete, è la prima regione ad aver quasi completamente immunizzato gli over 80: il 94,55% di tale fascia ha infatti completato il ciclo vaccinale, superiore al dato di Toscana ed Emilia Romagna. Merito anche dell’intervento dei medici di medicina generale e, nelle aree meno urbanizzate, dell’esercito che sta intervenendo massicciamente anche in Valnerina che oggi accoglie il commissario straordinario per l'emergenza Covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo, che alle 12 sarà a Norcia, come annunciato dal Comune. L’ufficiale visiterà i centri vaccinali allestiti dall'Esercito per la vaccinazione di massa nel cratere sismico.
Il maggior numero di richiami (quasi 1.700) ieri è stato somministrato ai settantenni tra i quali l’immunizzazione è arrivata al 30% mentre mancano ancora all’appello oltre 11.700 assistiti per la prima dose. I richiami salgono anche tra i sessantenni tra i quali uno su tre hanno completato il ciclo vaccinale. In metà giornata, solo 240 prime dosi ai quarantenni (65,7% di copertura), 900 ai trentenni la copertura è arrivata al 47,8%. Secondo l’ultimo aggiornamento degli open data governativi, oltre 252mila assistiti sono immunizzati mentre altri 278mila hanno ricevuto solo la prima dose e al momento sono in prima linea per completare la profilassi. Sono scese intanto a 239mila le prenotazioni in carico al sistema regionale. Tra i territori, il distretto Todi-Marsciano risulta leader per i vaccinati in Umbria, grazie anche al Centro comunale di Todi come ha fatto notare il sindaco Antonino Ruggiano. «Attivo dal 12 aprile – ha detto – martedì ha toccato le 13mila somministrazioni effettuate». In tale distretto, 69 residenti su 100 hanno ricevuto la prima dose, uno su tre ha completato il ciclo.
Intanto si assottiglia la presenza del virus nella regione, con 8 casi segnalati ieri, 4 dei quali a Perugia, 2 a Norcia dove tuttavia i contagi settimanali sono scesi a 20. Sono invece saliti a 47 i comuni Covid-free e altri 29 negli ultimi sette giorni non hanno registrato nuovi contagi. L’incidenza sta scendendo rapidamente e secondo l’ultimo rapporto Made dell’Associazione italiana epidemiologi, nell’ultima settimana è stata pari a 6,4 con la prospettiva che nei prossimi 14 giorni scenda a 2,3. Si svuotano intanto gli ospedali, con 15 pazienti covid ordinari e uno solo critico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA