Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

CORONAVIRUS

Il Papa prega per tutte le coppie costrette a casa, una specie di stress-test per le famiglie

Lunedì 16 Marzo 2020 di Franca Giansoldati
Il Papa prega per tutte le coppie costrette a casa, una specie di stress-test per le famiglie

Città del Vaticano – Siccome la convivenza forzata tra le quattro mura domestiche ai tempi del coronavirus per tante coppie si dimostra essere una specie di stress-test, come del resto dicono le statistiche relative alle richieste di divorzi registrati a Wuhan, in Cina, dopo la prima stretta emergenziale, Papa Francesco stamattina ha voluto dedicare la messa a Santa Marta proprio alle famiglie. Incoraggiandole ad andare avanti e trovare vie creative per riscoprire il valore del tempo trascorso assieme.

 «Preghiamo innanzitutto per gli ammalati - ha detto all'inizio della celebrazione trasmessa in streaming - ma oggi voglio pensare alle famiglie chiuse in casa, con i bambini che non vanno a scuola, e i genitori che non possono uscire e alcuni di loro che sono in quarantena. Il Signore li aiuti a scoprire nuove espressioni di amore e di convivenza in questa situazione inedita. E' una occasione bella per ritrovare i veri affetti con la creatività, perchè i rapproti nelle famiglia in questo momento siano sempre per il bene».

Alcune diocesi italiane si sono attrezzate per dare supporti e aiuti ai genitori. A Bergamo, per esempio, uno dei centri più colpiti dalla pandemia, don Giulio Della Vite hanno studiato un sito (www.ortoribg.it) dove ci sono suggerimenti pratici per i genitori con idee per fare passare il tempo ai piccoli. A Camerino, invece, il vescovo MOnsignor Franco Massara ha promosso un concorso chiamato Coronart per i bambini di tutta la zona invitandoli a ralizzare una opera creativa su una domanda specifica: come immagini il futuro dopo il Coronavirus e cosa diresti ai chi si sta prodigando tanto per sconfiggere questo flagello? Una giuria sceglierà i tre disegni o le tre opere più belle. 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA