«Corruzione e ambiente, noi missionari in prima linea per salvare il Madagascar»

ARTICOLI CORRELATI
di Franca Giansoldati

Antananarivo - Il Madagascar è pieno di missionari italiani che tengono in piedi scuole, dispensari, oratori, punti di distribuzione di aiuti dove altrimenti non ci sarebbero altro che baracche e nulla. «La Chiesa è stata l'unico punto di riferimento per tutta la società malgascia. Quando sono arrivato qui nel 1981 mi sono trovato davanti una situazione terribile. Nei villaggi rurali la gente era completamente abbandonata a se stessa, e lo stato era praticamente latitante o si manifestava solo quando aveva...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 8 Settembre 2019, 09:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP