Israele ascolta l'appello e concede visti ai cristiani di Gaza per Betlemme o Gerusalemme a Natale

Martedì 24 Dicembre 2019
Gaza

Città del Vaticano - Gli appelli sono statai ascoltati Israele ha concesso i permessi di ingresso a Gerusalemme e Betlemme per i cristiani che vivono a Gaza in occasione delle festività natalizie. Ad annunciarlo è stato il generale Kamil Abu Rukun, capo del coordinamento delle attività del Governo israeliano nei Territori Palestinesi.

I permessi saranno rilasciati per l'ingresso a Gerusalemme e nella Cisgiordania, «sulla base di valutazioni riguardanti la sicurezza e senza tenere conto dell'età dei richiedenti».

«Abbiamo lavorato molto e in tantissimi si sono attivati, soprattutto il presidente di Israele Rivlin è intervenuto personalmente per sbloccare questa situazione, così tutti i cristiani hanno avuto il permesso da oggi fino al 20 gennaio» ha detto padre Ibrahim Faltas della Custodia francescana di Terra Santa alla agenzia del Vaticano.

«Tutti noi sappiamo qual è la situazione di Gaza, molto difficile tutto l'anno. Per questo, veramente tanti hanno lavorato per dare questo permesso affinché le persone possano uscire e venire a celebrare il Natale a Betlemme o andare a Gerusalemme. Coloro che hanno avuto il permesso sono contenti, perché usciranno da Gaza. Almeno possono uscire, avere un po' di libertà, di speranza, possono venire a visitare la Natività, a pregare, a stare con noi. Questa è la cosa più importante. La situazione è veramente vergognosa e penso che il mondo debba fare qualcosa per sbloccarla, la gente merita molto più di questo. Tutti vogliono che questa pace si realizzi. L'augurio di questo Natale è sempre la pace».

© RIPRODUZIONE RISERVATA