Viaggi a sorpresa e voli di Hello Kitty: le compagnie aeree lanciano nuove tendenze per superare la crisi

Martedì 1 Dicembre 2020 di Francesca Spanò
Viaggi a sorpresa e voli di Hello Kitty: le compagnie aeree lanciano nuove tendenze per superare la crisi

La pandemia che sembra non finire mai, non ha dato una mano a un settore, quello del turismo, che vive di pochi momenti esaltanti da tempo. Se è vero che ormai viaggiare è alla portata di quasi tutte le tasche, è pur certo che le crisi economiche degli anni scorsi, in molti Paesi, hanno limitato gli spostamenti. E poi è arrivato il Covid-19 e chi non è stato costretto da motivi di affari e lavoro o spinto dalla voglia di adrenalina e avventura, ha deciso di mettere da parte le proprie finanze per osservare la situazione e volare più avanti nel tempo. A qualcosa sono serviti i prezzi stracciati di diversi vettori che hanno garantito biglietti anche a 1 euro, ma non si è trattato sempre di una decisione determinante. Le compagnie aeree allora ha pensato di mettere in campo l’effetto sorpresa e ognuno ha proposto la sua bella novità e, così, ecco i pacchetti di viaggio “a sorpresa” e i voli senza meta, perfetti per chi vuole lasciarsi guidare dal caso e non ama troppo programmare.

Air New Zealand e i Mistery Break

Si tratta di pacchetti “misteriosi” per i quali i clienti, pagando una quota fissa, non conoscono la destinazione fino a due giorni prima della partenza. Una vera scommessa che però sta incontrando grande interesse. La proposta comprende volo, hotel e l’auto a noleggio, ma come si fa se non ci si può spostare da un Paese all’altro? Ci si può ancora muovere all’interno del proprio luogo di residenza e Air New Zealand ha trovato così la sua strategia utile a tenere gli aerei comunque in volo e far girare l’economia nazionale. In verità, erano già stati proposti in tempi più felici in versione meno ristretta, ma adesso sono stati rilanciati per incentivare il turismo locale e riguardano tutte le 20 destinazioni nazionali della compagnia, da Napier, nella regione settentrionale della Baia di Hawke, a Dunedin, centro universitario e città ricca ricca di storia, nel Sud. Il prezzo parte da circa 350 euro per un weekend e si può optare per Great, Deluxe, e il nuovo pacchetto Luxury che prevede pernottamenti in 5 stelle e auto di lusso. Del resto, se la Nuova Zelanda continua a tenere le frontiere chiuse, sta contenendo comunque bene il dramma di contagio e decessi da Covid-19 e per chi si trova nel Paese, allora, perché non pensare a delle vacanze che rilassino e regalino nuova energia?

Volare senza destinazione

Altra scommessa niente male è quella dei voli senza destinazione, perfetti per coloro che sono in astinenza da viaggio. In questo caso parliamo della Qantas che ha registrato il tutto esaurito in soli dieci minuti, vendendo ben 149 posti sul volo che parte da Sydney e torna sette ore dopo nella stessa città. Una dimostrazione che non sono pochi coloro che sognano la vita di prima del coronavirus e possono permettersi di sborsare cifre importanti. Basta dire che in business sono stati venduti posti da 2.330 euro.

Altri viaggi “bizzarri”

Insomma, l’appellativo di “aereo più pazzo del mondo” non è più solo un film, ma una necessità di diversi brand per andare avanti in quest’epoca tanto difficile. Ecco, dunque, che lo scorso agosto la taiwanese Eva Air ha organizzato un volo da e per Taipei su un jet di linea tutto decorato con immagini di Hello Kitty, della durata di quasi tre ore. La Royal Brunei Airlines ha previsto un volo panoramico sull’isola di Borneo con cena annessa, mentre la Air Nippon Airways ha organizzato un volo di 90 minuti con partenza e ritorno su Tokyo, a tema hawaiano. La stessa Qantas, infine, propone periodicamente voli panoramici sull’Antartide o viaggi per sorvolare l’intera Australia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA