Inverno a Pescocostanzo, il salotto della montagna d'Abruzzo

Venerdì 21 Novembre 2014
Sole e neve sul centro storico di Pescocostanzo
Uno dei borghi più belli delle montagne italiane sorge tra le pendici della Majella e l’Altopiano delle Cinque Miglia, a pochi chilometri dalle celebri piste da sci di Roccaraso. Ma da Pescocostanzo, “Pesco” per i suoi molti habitué, non c’è bisogno di fare quei pochi chilometri in auto per calzare gli sci.

Gli impianti e le piste del Monte Calvario, che sorvegliano dall’alto il paese, si raggiungono in pochi minuti dal centro, sono poco affollate e offrono straordinari panorami. Tra Pescocostanzo e Cansano, una delle più belle piste da fondo d’Abruzzo si snoda tra i faggi secolari del Bosco di Sant’Antonio.

Prima che neve, però, “Pesco” è storia, cultura, accoglienza. Nel centro della cittadina si alza la scenografica Collegiata di Santa Maria del Colle, con i suoi portali romanici e il suo splendido interno in legno intarsiato. Sulla piazza centrale si affacciano il Palazzo del Comune, con torre settecentesca, e il Palazzo Fanzago, un ex-monastero del 1624, la cui facciata è coronata da mensole lignee a forma di drago.



La passeggiata per le strade del paese prosegue senza via obbligata. Le vie lastricate in pietra calcarea, i palazzi medievali ricchi di archi e volte, le case tradizionali con le loro alte scalinate formano un quadro di grande suggestione, che è bene assaporare con calma. Da non perdere la chiesa francescana di Gesù e Maria e le belle case antiche del quarriete Varrata, tra cui spiccano i palazzi Cocco e Ricciardelli.



Fuori dal paese, non sempre facile da raggiungere con neve abbondante, l’Eremo di San Michele Arcangelo, in una grotta, è affiancato da locali utilizzati per secoli come ricovero dai pastori transumanti.

Negli ultimi anni (era ora!) anche Pescocostanzo ha iniziato a darsi delle strutture ricettive all’altezza. Ne è un esempio l’Hotel Le Torri, un elegante quattro stelle, con arredamento in stile, ospitato nello storico Palazzo Grilli-De Capite. A due passi dalla piazza centrale, un altro palazzetto storico ospita l’Hotel Archi del Sole (tre stelle), che ha ospitato scrittori e poeti.

“Sulle porte delle stanze qui ci sono fiori, non numeri / Qui sui gradini di pietra, come guardiani dei sogni / ci sono i vasi di fiori, un vaso per ogni gradino” ha scritto nel 1997 il poeta russo Evgenij Evtushenko. Offrono piacevoli alternative i bed&breakfast del centro storico, e gli agriturismi degli immediati dintorni.

Ottima cucina al ristorante Da Paolino. Degustazioni e acquisti di formaggi e latticini (pecorino di pecore di razza Sopravvissana, ricotta e ricotta salata, formaggio erborinato, al peperoncino o alle noci, caciocavallo) presso l’Azienda Giuliana.





I NOSTRI CONSIGLI



Hotel Le Torri

0864.642040 www.letorrihotel.it



Hotel Archi del Sole

0864.641733, www.archidelsole.it



Garnì La Rua

0864.640083, www.larua.it



B&B Masseria Cerasella

320.7515630, www.masseriacerasella.it



Ristorante Da Paolino

0863.640080, www.ristorantedapaolino.com



Azienda Agricola Giuliana

0864.641127, www.aziendaagricolagiuliana.it



Ufficio IAT Pescocostanzo

0864.641440, www.abruzzoturismo.it



Scuola Sci Pescocostanzo 3000

0864.641592, www.scuolascipesco3000.itUltimo aggiornamento: 23 Ottobre, 13:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA