A Santa Severa il “Castello dei sapori buoni”, tra archeologia e prodotti a chilometro zero

ARTICOLI CORRELATI
0
  • 300
Si mangia, si beve, si impara a cucinare. Da oggi fino al 5 novembre si svolge a Santa Severa la prima rassegna eno-gastronomica dedicata al territorio, dal titolo “Il Castello dei sapori buoni”. Il progetto nasce da una collaborazione tra la Regione Lazio, il Comune di Santa Marinella, LazioCrea e Coopculture e coinvolge la Soprintendenza per le belle arti e il paesaggio del Lazio, oltre ad associazioni culturali e aziende che operano nel turismo e che appartengono alla filiera agroalimentare del territorio. I visitatori vengono “accompagnati” nella degustazione di prodotti del Lazio, biologici e a km 0, da esperti nella storia dell’alimentazione e dell’eno-gastronomia, archeologi e storici dell’arte e sommelier, oltre a assistere all’esecuzione dal vivo di ricette del territorio.
 
Ogni giorno dalle 10.30 alle 16 ci saranno degustazioni guidate di prodotti tipici presso gli spazi del Caseggiato dei sapori buoni. In orario di apertura del complesso monumentale del Castello, presso il primo piano della Buvette del Museo civico del mare e della navigazione antica, avrà luogo la vendita di prodotti tipici e sarà possibile noleggiare dei cestini da pic-nic per trasportare i prodotti stessi (vini, formaggi, salumi, dolci). Ogni giorno verranno proposti ai visitatori una serie di racconti associati a prodotti del territorio. In programma al Castello anche visite guidate, laboratori per bambini, itinerari tematici, performance musicali, pièce teatrali, incontri con ristoratori e cuochi del territorio alla scoperta di ricette tradizionali e segreti di piatti celebri del Lazio. L’ingresso è gratuito, lunedì il giorno di chiusura. Informazioni al numero 06 3996 7999 e sul sito www.castellosantasevera.it.



 
Sabato 28 Ottobre 2017, 15:45 - Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre, 15:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP