Coronavirus, una giornata con le Brigate volontarie per l'emergenza: «Siamo la Resistenza al virus»

EMBED
Solidarietà attiva. È questo lo spirito che muove le Brigate Volontarie per l’Emergenza, nate a Milano il giorno della rivolta dei detenuti a San Vittore, il 9 marzo scorso, e che hanno dato vita ad una rete di mutuo soccorso che conta già oltre 200 volontari attivi su tutto il territorio cittadino. «Sono nove, una per ciascuna zona di Milano", spiega una volontaria della Brigata Ardita che si occupa della zona sette. Il loro compito è quello di dare una mano dove serve, portare la spesa o le medicine, aiutare gli anziani e le persone non autosufficienti. «Per noi rappresenta una resistenza al virus, una battaglia da combattere», spiega ancora la volontaria che poi aggiunge: "Abbiamo scelto di non stare a guardare, di non rimanere indifferenti né di vivercela in maniera individuale, ma di metterci in azione come parte attiva di una comunità che vuole essere solidale».