Iran, Khamenei: «Attacco a Usa voluto da Allah»

EMBED
L'Ayatollah Ali Khamenei guida la grande preghiera islamica del venerdì a Teheran, per la prima volta da otto anni. E torna sull'uccisione del generale Soleimani, morto sotto le bombe americane in Iraq, e sulla successiva reazione dell'Iran: «I due episodi, miracoli delle mani di Allah, hanno mostrato il potere di una nazione che ha dato uno schiaffo in faccia agli Usa», dice il leader religioso nel suo intervento davanti a migliaia di persone e trasmesso in diretta dalla tv di stato. Intanto 11 soldati statunitensi in ospedale con sintomi di commozione cerebrale, accusati qualche giorno dopo l'attacco. Inizialmente il Pentagono aveva escluso feriti.