Milano, derubavano appartamenti in centro: sgominata banda

EMBED
(LaPresse) La Polizia di Stato di Milano ha sgominato martedì una banda di cittadini slavi e italiani che sarebbero i responsabili di 8 furti in appartamenti del centro città per bottini di orologi Cartier, Rolex e gioielli anche da centinaia di migliaia di euro. Sono tornati a colpire due volte nello stesso palazzo milanese. Su richiesta della Procura di Milano il gip ha disposto la custodia cautelare in carcere di due serbi di 26 e 21 anni e un italiano di 20. Divieto di dimora a Milano per un 20enne croato e un 28enne che risulta irreperibile. Obbligo di frima per un cinese in via Mameli dove sono stati sottratti orologi e gioielli per circa 200 mila euro, tra cui un prezioso orologio Rolex Datejust in oro giallo e quadrante con diamanti, un orologio Jager Lecoutre, oltre a numerosi gioielli. Altri furti sono stati commessi nei mesi successivi in via Eleuterio, in via Lipari oltre a un tentato furto in via Mac Mahon. In quest’ultimo episodio è emersa la posizione di un cittadino cinese di 43 anni. Le misure sono state eseguite nel campo nomadi di Castellazzo de Stampi, frazione del comune di Corbetta (MI), in una villa a Bollate (MI), in un appartamento di via Console Marcello e nel campo nomadi di via Monte Bisbino a Milano. Circa 30 gli agenti del commissariato Centro impegnati oltre a uomini del commissariato Quarto Oggiaro, della stazione Carabinieri di Corbetta e una squadra del Reparto Mobile di Milano.