Si toglie la vita per video hard, indaga la Procura

Giovedì 15 Settembre 2016
Video
Ora c'è un'inchiesta penale. La Procura di Napoli Nord indaga per istigazione al suicidio per la morte di Tiziana Cantone, la 31enne che si è tolta la vita dopo la diffusione in rete, a sua insaputa, di video hot che la aveva girato lei stessa. La ragazza avrebbe dovuto pagare circa 20mila euro come rimborso per le spese legali a 5 siti internet. Il giudice a cui si era rivolta da un lato le aveva dato ragione, obbligando alcuni social a togliere filmato, commenti e apprezzamenti; ma poi l'aveva poi condannata a risarcire le spese ai 5 siti perché considerata consenziente.
Ultimo aggiornamento: 28 Settembre, 17:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA