Medici di base: «Cittadini considerino auto lockdown»

Venerdì 16 Ottobre 2020
Video

Le dosi di vaccino antinfluenzale «sono nella disponibilità della maggioranza dei medici di famiglia e sono arrivate nelle Asl, ma molti medici non le stanno acquisendo e dunque non stanno procedendo alla vaccinazione delle fasce di popolazione a rischio poichè stanno scarseggiando i dispositivi di protezione individuale dpi come mascherine, guanti e camici monouso». Lo afferma all'ANSA Silvestro Scotti, segretario generale della Federazione italiana medici medicina generale (Fimmg), che lancia un appello: «Richiamo i medici a garantire le vaccinazioni, eventualmente acquistando a proprie spese i Dpi che dovrebbero invece essere garantiti dalle asl. Il sindacato - afferma - si offre di assistere legalmente i medici per ottenere il rimborso».

«È giunto il momento che i cittadini considerino la necessità di un auto lockdown per limitare al massimo il rischio di contagio a fronte dei numeri in preoccupante crescita». Ovviamente, chiarisce Scotti, «vanno preservate le attività lavorative ma tutto il resto, ciò che non è cioè necessario, in questo momento deve essere sacrificato in nome della salute pubblica»

© RIPRODUZIONE RISERVATA