Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Superbonus 110 per cento bloccato, allarme dei costruttori di Caserta

Mercoledì 29 Giugno 2022
Video

L’allarme sul blocco dei crediti fiscali è stato rilanciato a Caserta, durante i lavori dell’assemblea dell’associazione dei costruttori di Terra di Lavoro, dal presidente provinciale dell’Ance, Antonio Pezone che ha illustrato i principali risultati raggiunti nell’anno solare e le iniziative messe in campo per provare a riavviare i motori della ripresa. Chiesto un cambio di passo nella gestione delicata della fase finale del bonus 110 per cento per non annullare o peggiorare la situazione con centinaia di imprese in bilico e con i cantieri aperti per ristrutturazione e costi elevati già sostenuti. Se sul fronte nazionale la neoeletta presidente dei costruttori, la napoletana Federica Brancaccio, ha già fatto sentire la sua voce chiamando a raccolta i leader politici per lo sblocco immediato dei crediti, il presidente Pezone da Caserta sottolinea: «Il superbonus ha rilanciato l’economia e riattivato il settore delle costruzioni, ma troppi emendamenti in poco più di un anno hanno stravolto l’operatività e gli effetti». Sui costi alle stelle dei materiali dopo lo scoppio della guerra in Ucraina e sugli aumenti applicati a gare già aggiudicate, è intervenuto anche il presidente dell’Ance Campania, Luigi Della Gatta.

Ultimo aggiornamento: 17:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA