Luca Parmitano, il più spettacolare video di sempre dell'inseguimento in orbita della Soyuz alla stazione spaziale

Mercoledì 24 Luglio 2019
video
di Paolo Ricci Bitti
Luca Parmitano sarà fiero di loro: ecco il più spettacolare video di sempre sull'inseguimento della navicella Soyuz alla stazione spaziale internazionale. Spettacolare anche perché è stato girato sabato notte da terra - dalla Terra -con l'Iss e la Soyuz che sfrecciavano a 28.800 chilometri orari e a una distanza che solo per un battito di ciglia è stata pari ad "appena" 400 chilometri (quando i mezzi spaziali sono transitati sulla verticale di chi stava scattando le centinaia di fotografie poi montate in sequenza) per poi dilatarsi ben oltre i mille chilometri. Fa impressione pensare a queste velocità e a queste distanze che dividono noi terrestri dagli astronauti come Parmitano che sabato è tornato in orbita per la missione Beyond dell'Agenzia spaziale Europea.

A superarsi, una volta di più, sono stati l'astronomo fotografo amatoriale ungherese Szabolcs Nagy (Space Station Guys- @metrolinaszabi), che abita nei pressi di Londra, e l'astronomo inglese Martin Lewis (@SkyInspector).

Grazie a telescopi motorizzati e sincronizzati sul passaggio dell'Iss hanno scattato le foto del passaggio della stazione inseguita dalla Soyuz con Parmitano a bordo verso le 23.40 di sabato, foto che sono state poi assemblate in sequenza grazie a un'applicazione di Windows denominata Pipp (pre-processing planetary images).
Il risultato è meraviglioso: ecco lassù, davanti a nostri occhi, sullo sfondo nero dell'infinito, il tremolante brillio non di stelle ma di astronavi che si inseguono con a bordo uomini e donne. Non è un film. Ancora più affascinanti, queste immagini sia pure così fioche, di quelle spettacolari, a colori e in alta definizione, che le agenzie spaziali (a cominciare da Nasa, Roscomos, Esa e Agenzia spaziale italiana) diffondono ogni volta all'avvicinamento della Soyuz alla stazione spaziale per l'aggancio (docking): immagini riprese con le telecamere di bordo della navicella  e dell'Iss. Magnifiche anch'esse, ci mancherebbe, ma noi da quelle parti, a guardare questi rendez-vous spaziali, non ci siamo fisicamente, mentre abbiamo i piedi per terra - sulla Terra - mentre guardiamo di persona l'inseguimento di Parmitano in orbita a occhi nudi o con l'aiuto di un telescopio. 

Nel video trovate le immagini degli astronomi-fotoreporter Szabolcs Nagy e Martin Lewis insieme a quelle del fotoreporter "terrestre" Mino Ippoliti che con il teleobbietivo non si perde un passaggio dell'Iss sul litorale di Ostia.  E poi quelle di Roscosmos del decollo del razzo Soyuz dal cosmodromo di Bajkonur e quelle di Nasa ed Esa dell'approssimarsi della Soyuz di Parmitano all'Iss.  

 

LEGGI ANCHE: Ecco come vedere a occhio nudo la Stazione spaziale e la Sojuz
   
LEGGI ANCHE: Luca Parmitano, il primo tweet di Beyond, subito emozioni in orbita con le nubi nottilucenti: «Che viaggio magnifico»

LEGGI ANCHE: Parmitano arrivato sull'Iss: «Volo magnifico, ora inizia missione Beyond»

LEGGI ANCHE: Spazio, l'app di Google per vedere a occhio nudo l'Iss con ParmitanoUltimo aggiornamento: 25 Luglio, 14:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA