Colonnello dei carabinieri: «Azzerato
vertice decisionale del clan Puca»

«Con questa operazione è stato azzerato il vertice decisionale del clan Puca». Il colonnello Rino Coppola, comandante del gruppo di Castel Cisterna, parla del blitz condotto nel Napoletano che, spiega, ha portato all'arresto di «capi e promotori dell'associazione camorristica. Ciascuno aveva un suo ruolo ben preciso all'interno del sodalizio. C'era chi si occupava del settore delle estorsioni, chi invece curava la parte del riciclaggio dei capitali illecitamente accumulati, chi curava il traffico di grossi quantitativi di droga in favore di altri clan camorristici operanti in altre zone della città, chi invece dell'approvvigionamento delle armi che testimoniano la potenza di fuoco del sodalizio».


L'operazione ha colpito una cosca egemone nell'area a nord di Napoli. «Il clan - aggiunge il colonnello Coppola - era riuscito a infiltrare tutto il tessuto economico dell'area geografica di riferimento, dalle estorsioni era in grado poi di gestire anche direttamente attività economiche attraverso propri prestanome», oltre al riciclaggio, al traffico di stupefacenti, alla detenzione di armi.
Martedì 21 Marzo 2017, 11:53 - Ultimo aggiornamento: 21-03-2017 11:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP