Meteo, l'Italia divisa in due: piogge e maltempo al Nord, al Sud è ancora estate

Meteo, l'Italia divisa in due: piogge e maltempo al Nord, al Sud è ancora estate
Il meteo 'divide' l'Italia in due. Se infatti prima al Nord e poi anche al Centro il maltempo 'la farà da padronè con piogge e calo delle temperature, nel Sud Italia il sole e gli oltre 30 gradi previsti garantiranno uno scenario di piena estate. A causare questa 'spaccaturà sono due perturbazioni provenienti dall'Atlantico - una in arrivo appunto domani, l'altra venerdì pomeriggio - che interesseranno principalmente il Nord, e nel weekend anche il Centro. Le previsioni sono del meteorologo di 3bmeteo.com, Francesco Nucera.

«È una seconda parte della settimana capricciosa per il Centronord - spiega Nucera - mentre al Sud la situazione è abbastanza tranquilla. Il meridione, infatti, si può definire 'fuori da giochì di questo tempo 'pazzerellò e movimentato, dato che le precipitazioni saranno piuttosto irregolari». La 'treguà che il maltempo ha concesso negli ultimi due giorni, quindi, sta per finire e domani torneranno le precipitazioni in Liguria, Lombardia, Triveneto ed Alta Toscana. Nel resto dell'Italia il tempo sarà stabile e prevarrà il sole«.

Venerdì le piogge interesseranno nella prima parte della giornata il Centro Italia, in particolare Toscana, Umbria e Marche, mentre nella seconda il tempo tornerà a peggiorare a Nord, con temperature in diminuzione prima al settentrione, poi al Centro. Ma sarà nel weekend, con la perturbazione che interesserà ancora il Centronord, che emergerà la 'spaccaturà meteorologica tra Centronord e Sud. »Nel meridione - precisa Nucera - si avrà una veloce ondata di caldo, con venti di scirocco che porteranno le temperature a superare i 30 gradi«.

Intanto in Europa, è la fotografia dei meteorologi del Centro Epson Meteo, la situazione presenta in questi giorni situazioni decisamente estreme. Le temperature sono pienamente estive nella Penisola Iberica e nell'area dell'Egeo. Ieri le massime nel sud della Spagna hanno sfiorato i 40 gradi, raggiungendo i 38/39 a Cordova, Jerez e Siviglia. Il resto del Continente continua ad essere interessato da un flusso occidentale ad andamento prevalentemente ciclonico. Queste correnti, precisano, »sono attivate da una profondo centro di bassa pressione posizionato sul Mare del Nord e responsabile della tempesta di vento che nelle ultime ore ha investito le Isole Britanniche, il nord della Francia e le coste del Mare del Nord con raffiche anche superiori ai 100 km/h. Rimane alta l'allerta in diverse zone della Gran Bretagna, in Francia allerta arancione per forti piogge in sette dipartimenti (settori nord-orientali)«.
Mercoledì 13 Settembre 2017, 17:37 - Ultimo aggiornamento: 13-09-2017 17:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP