Via ai test con il Prozac contro la sindrome di Down

0
Inizieranno a breve negli Usa i primi test sul Prozac, il popolare farmaco antidepressivo, per combattere i sintomi della sindrome di Down. Ad effettuarli, riferisce la rivista del Mit Technology Review, sarà l'University of Texas Southwestern Medical Center di Dallas. Nello studio texano, che inizierà a fine mese, saranno reclutate 21 donne incinte al cui bimbo è stata diagnosticata la sindrome, a 14 delle quali verrà dato il farmaco già durante la gestazione e per i primi due anni di vita del bambino.

Attualmente, afferma la rivista, si stima che negli Usa 200 bambini con la trisomia stiano ricevendo il Prozac, anche se non c'è ancora stato nessun test sull'uomo che ne confermi le proprietà. A suggerire che il farmaco potrebbe avere un effetto è stato uno studio italiano su topi da laboratorio pubblicato nel 2014 dalla rivista Brain, che ha dato buoni risultati.

«Non è detto che nell'uomo l'effetto sia lo stesso, e fino alla dimostrazione non si possono illudere le famiglie - sottolinea però Renata Bartesaghi, del Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie dell'università di Bologna, che ha firmato lo studio -. Stiamo per iniziare a Napoli un test su bambini tra i 5 e i 10 anni, che riceveranno la dose di Prozac permessa a questa età, e speriamo di avere delle prime indicazioni».
Sabato 16 Gennaio 2016, 13:06 - Ultimo aggiornamento: 16-01-2016 21:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP