Napoli, soldi in cambio di voti: tutte le spese mensili dei politici candidati

Una macchina da voti e di soldi. In due, al centro di un caf aSecondigliano, si offrivano al migliore offerente, pescandosoprattutto tra i candidati di centro-destra. Ed è in questaattività che i due «grandi elettori» intreccianoaffari e conversazioni con consiglieri comunali (alcuni attualmentein carica), con i vertici della municipalità locale eparlamentari, senza disdegnare contatti con la mamma di un bosssanguinario di Secondigliano (che punta ad aprire una clinica peranziani, con i favori della politica) o con i parenti di un killerdei Lo Russo. Migliaia di intercettazioni, è l'inchiestasul voto di scambio, quella culminata nel rigetto del gip di 82richieste di arresto. C'è un intero spaccato affaristicoche emerge dalle pieghe delle conversazioni.

Leggi l'articolo completo su Il Mattino
Outbrain