Coronavirus in Irpinia, contagi
senza fine: altri quattro sul Tricolle

Venerdì 22 Maggio 2020 di Gianluca Galasso
Oltre la metà dei nuovi positivi scoperti ieri in regione riguarda l'Irpinia: sei su dieci. In tutta la Campania sono stati analizzati 5.983 tamponi. La provincia di Avellino continua a registrare casi (sono in tutto 530), mentre altrove la situazione sembra migliorare. I sei contagi emersi ieri da 359 test processati dai laboratori del Moscati, del centro Biogem, dall'Istituto Zooprofilattico, dal San Pio di Benevento e dal Cotugno di Napoli, riguardano quattro residenti di Ariano Irpino (contatti di altri positivi), uno di Casalbore e uno di Montecalvo Irpino. Il sindaco di Casalbore, Raffaele Fabiano, è intervenuto sulla vicenda del nuovo contagiato con un videomessaggio alla popolazione, segnalando che la persona «è stata ricoverata per altre patologie nel presidio ospedaliero di Ariano Irpino». Da diversi mesi, proprio per i problemi di salute e per effetto del lockdown, non è uscito di casa. Ma a impensierire il primo cittadino sono le viste a domicilio che ha ricevuto dopo il 4 maggio.

LEGGI ANCHE Avellino, pronto soccorso in tilt l'ospedale «Moscati» si ribella

«Ha avuto contatti specifica Raffaele Fabiano che abbiamo immediatamente verificato. È stata ricostruita la catena dei rapporti diretti o indiretti del concittadino risultato positivo con alcuni nuclei familiari». Oggi è previsto il test sierologico su una persona che avuto contatti più stretti. «Nel caso in cui dovesse dare esito negativo staremo più tranquilli, perché vorrà dire che non ha potuto portare il virus ad altri. Ovviamente il rischio potrebbe essere serio e concreto qualora il test dovesse dare positività», sottolinea ancora il sindaco che poi rimprovera chi non usa la mascherina: «Ma aspettiamo veramente che Casalbore diventi zona rossa con i comportamenti stupidi?», ammonisce.

Il bilancio dell'Irpinia quindi si modifica e riporta l'aumento dei casi che sono ora 530 complessivamente, compresi 56 decessi e 275 guariti. Ad Ariano Irpino sono 218 i positivi, con ventisei vittime (tra cui un anziano originario di Greci). Avellino è a trentatré contagi (un decesso). Solofra a ventotto. Diciannove (due decessi) a Mercogliano. Quindici a Mirabella Eclano (un decesso). Quattordici a Flumeri (tre persone decedute) e a Cervinara. Dodici, invece, per Grottaminarda e dieci per Lauro. Nove per Gesualdo (due decessi). Sette a Villanova del Battista (tre decessi), Venticano (due decessi), mentre sono sei a Scampitella (un decesso), Sturno (un decesso) e Forino. Sei casi, inoltre, a Trevico (tre decessi) e Vallesaccarda. Cinque per Montecalvo Irpino, Lacedonia, Chiusano San Domenico e Bagnoli Irpino (ma uno vive a Napoli) e Monteforte Irpino. Sono quattro a Fontanarosa (un decesso), Vallata, Bonito (due i decessi), Avella e San Martino Valle Caudina. Quattro anche i contagiati per Melito Irpino (due deceduti, mentre un altro è domiciliato a Bonito) e Montemiletto (ma una persona è domiciliata a Serino). Tre per Casalbore (due persone sono decedute, ma una era domiciliata ad Ariano Irpino), Taurasi, Montoro, Rotondi e Mugnano del Cardinale (un decesso). Due per San Sossio Baronia, Santo Stefano del Sole, Zungoli, Teora, Savignano Irpino, Calitri, Atripalda, Castel Baronia, Cesinali, Altavilla Irpina, Pietradefusi, Pratola Serra, Castelfranci e Taurasi (un decesso). Uno per Ospedaletto d'Alpinolo (la persona è deceduta), Montefredane, San Michele di Serino, Sant'Angelo dei Lombardi, Lapio, Torre le Nocelle, Contrada, San Mango sul Calore (la persona è deceduta), Aiello del Sabato, Quindici, Torrioni, Tufo, Pietrastornina, Roccabascerana, Bisaccia, Summonte (la persona è domiciliata ad Avellino), Paternopoli e Frigento.

  © RIPRODUZIONE RISERVATA