Mozzicone di sigaretta incendia letto: 65enne salvata dai carabinieri

Si è conclusa nel migliore dei modi la disavventura di una pensionata di Sant’Andrea di Conza. I carabinieri sono arrivati sul posto prima che fosse troppo tardi: dopo l'irruzione nell’appartamento hanno salvano una donna, portandola via dalla camera da letto interessata dall’incendio. È accaduto verso le 23 di ieri quando una pattuglia della locale stazione dei carabinieri, messa in allarme da una persona che aveva notato del fumo fuoriuscire dalla finestra della vicina di casa, è prontamente intervenuta presso l’abitazione segnalata.

A quel punto i due militari, dopo aver avvisato la centrale operativa di inviare immediatamente i Vigili del Fuoco ed il 118, sono entrati nell’abitazione forzando la porta d’ingresso. L’ambiente era già pieno di fumo nero e denso che ha reso complicato anche la ricerca della donna che, rinvenuta in stato confusionale nella sua camera da letto, è stata portata immediatamente all’esterno affidandola alle cure dei sanitari. Quindi, verificato che in casa non ci fossero altre persone, i carabinieri hanno provveduto a spegnare l’incendio evitando che coinvolgesse anche il resto della casa.

Fortunatamente nulla di grave per la malcapitata, soccorsa dal 118. All’esito delle immediate indagini è stato accertato che le fiamme si sono levate da una sigaretta non spenta caduta sul materasso, che la 65enne stava fumando a letto prima di addormentarsi.
Venerdì 18 Maggio 2018, 12:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP