La rivolta nei parchi zona Us Navy:
«Cattedrali nel deserto e cittadini B»

di Livia Fattore

GRICIGNANO D'AVERSA - Per i parchi residenziali in zona Us Navy parlare di periferia con relativi problemi è riduttivo. Siamo di fronte a cattedrali nel deserto, senza servizi, senza infrastrutture, nonostante sia trascorso un decennio da quando i primi condomini, con tanto di piscine, hanno fatto la loro apparizione in quelle che erano campagne e che tali sono rimaste, nonostante il passare degli anni e le promesse da marinaio che si rinnovano ogni volta che si profilano all'orizzonte le elezioni. Cosa che accadrà a breve per l'ennesima volta considerato che in paese si voterà il prossimo 26 maggio, a meno di un anno dall'ultima volta. L'ultima amministrazione, infatti, è stata mandata a casa dalla maggioranza dei consiglieri dopo appena quattro mesi dall'elezione a sindaco di Vincenzo Santagata.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 20 Marzo 2019, 12:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP