Auto con doppifondi per le «bionde»,
arrestati quattro ucraini a Caserta

  • 116
Tre uomini ed una donna di nazionalità ucraina, di età compresa tra i 26 e i 44 anni, sono stati arrestati a Teverola dalla Guardia di Finanza per contrabbando di sigarette.

Era da qualche giorno che i finanzieri del nucleo di polizia economico-finanziaria di Caserta tenevano sotto osservazione un box sottostante a un fabbricato nella periferia di Teverola, segnalato dai residenti del posto quale possibile base logistica di una banda di extracomunitari dediti a traffici illeciti. L'appostamento ha dato subito i suoi frutti quando quattro persone si sono introdotti nel locale uscendone dopo oltre due ore. A quel punto è scattato il blitz delle fiamme gialle; i quattro ucraini sono stati sorpresi mentre erano ancora intenti ad estrarre pacchetti di sigarette di contrabbando dai doppifondi di una Renault Megane con targa tedesca. In seguito alla perquisizione dell'auto, i finanzieri hanno scoperto otto diversi doppifondi, in cui erano state riposte le sigarette, collocati in apposite intercapedini create sotto il paraurti anteriore, i sedili, i passaruota posteriori e il vano della ruota di scorta.

Il carico illecito sequestrato era costituito da circa 5.400 pacchetti di sigarette di contrabbando per un valore di oltre 30mila euro, privi del contrassegno di Stato e destinati al mercato campano, riportanti i noti marchi «Chesterfield» e «Winston». Dalle indagini è poi emerso che due delle persone arrestate avevano svolto il ruolo di corrieri, trasportando le sigarette dell'Est Europa al Casertano, che per gli inquirenti sarebbe la principale base logistica del traffico di sigarette di contrabbando; gli altri due erano invece gli organizzatori del traffico
 
Martedì 11 Settembre 2018, 09:28 - Ultimo aggiornamento: 11-09-2018 10:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP